Antitrust: bollettini ingannevoli a imprese, multa a A-286 Suarl

Roma, 12 apr. (AdnKronos) – L’Antitrust, a conclusione della sua istruttoria, ha accertato una pratica commerciale scorretta nei confronti della società A-286 Suarl e ha deciso di sanzionarla con una multa da 500 mila euro. Lo rende noto l’Autorità in un comunicato.
Sulla base degli accertamenti effettuati e di quanto indicato in numerose richieste di intervento pervenute a decorrere dal 12 giugno 2017, trasmesse dalla Guardia di Finanza, dalla Camera di Commercio di Venezia Rovigo e Delta Lagunare, dalla Camera di Commercio di Biella e Vercelli, dal Comune di Silea e da numerose imprese con sede in Italia, si legge in una nota, “la pratica veniva attuata tramite la diffusione di una comunicazione, inviata per posta ad imprese con sede in Italia che avevano effettuato in precedenza una domanda di registrazione presso l’Ufficio Italiano dei marchi e brevetti. La comunicazione commerciale diffusa dalla società A-286 si presenta come un modulo di pagamento necessario per convalidare la registrazione di un proprio marchio presso l’Ufficio Italiano dei marchi e brevetti”.
L’invio di tale modulo e il pagamento ivi richiesto, in realtà, sottolinea l’Antitrust, “nulla hanno a che fare con la domanda di registrazione presso l’Ufficio Italiano dei marchi e brevetti in precedenza effettuata dalle imprese contattate essendo, invece, diretti ad ottenere l’inconsapevole pagamento di una somma di denaro per un servizio non richiesto, consistente nell’inserimento in una banca dati pubblicitaria su internet”.

Adnkronos