Alitalia: tre offerte, in pista cordata con Easyjet e anche Lufthansa /Adnkronos (3)

(AdnKronos) – A spiegare la posizione sulla partita Alitalia, era stato, a Roma, poco prima di Pasqua, Jérome Salemi, direttore di Air France – Klm per l’East Mediterranean: nessuna offerta da parte del gruppo, vista anche l’incertezza della situazione politica in Italia, ma interesse a rivedere la governance della joint venture transatlantica perché la compagnia italiana rivesta un ruolo di socio forte e importante.
A febbraio, poi, in occasione della presentazione dei risultati del 2017 di Air France – Klm, il Ceo Jean-Marc Janaillac aveva spiegato che il gruppo stava studiando “diverse possibilità affinché Alitalia resti nella famiglia SkyTeam senza che Air France – Klm diventi l’acquirente di Alitalia. Stiamo valutando attualmente tutte le soluzioni”. Janaillac aveva aggiunto che “sarebbe piuttosto negativo vedere Alitalia raggiungere un’altra importante alleanza e di non averla più come partner ma come concorrente”.
Intanto, in tema di proroghe di termini, all’orizzonte si profila quello della cassa integrazione straordinaria, che scade il 30 aprile prossimo. Il 16 aprile prossimo, secondo quanto riferiscono fonti sindacali, dovrebbe partire il confronto sulla richiesta inviata dall’azienda per l’estensione della cigs di altri sei mesi, al 31 ottobre prossimo, per 1680 lavoratori del gruppo, di cui 90 comandanti, 360 assistenti di volo e 1230 addetti.

Adnkronos