Veneto: Gruppo Zaia Presidente a Svp, giù le mani da Cortina

Venezia, 30 mar. (AdnKronos) – ‘H?nde weg, giù le mani: il Veneto non si tocca”. Alberto Villanova, consigliere regionale del Gruppo Zaia Presidente, replica così alla iniziativa dei senatori sudtirolesi Meinhard Durnwalder, Dieter Steger e Juliane Unterberger ‘che hanno ripresentato il disegno di legge costituzionale redatto a suo tempo dall’allora senatore Karl Zeller per annettere i tre comuni veneti di Cortina d’Ampezzo, Livinallongo e Colle Santa Lucia.
“E’ chiaro ‘ spiega Villanova ‘ che dietro il tentativo dei tre esponenti della Svp non c’è nessuna motivazione culturale o storica, non ci sono radici antiche da difendere, non ci sono nobili ragioni ma mero calcolo economico: la differenza di trattamento garantita, fino ad oggi, dalla Provincia autonoma è l’esca avvelenata lanciata dai sudtirolesi che vogliono l’Anschluss dei tre comuni dolomitici”.
“Tuttavia i tre senatori non tengono conto che il panorama è cambiato: c’è stato il Referendum del 22 ottobre 2017 nel quale i cittadini veneti con il 98,01% si sono espressi a favore dell’acquisizione di maggior autonomia e il 28 febbraio 2018 è stato sottoscritto il primo Accordo tra Governo e la Regione del Veneto sull’attuazione dell’articolo 116, terzo comma, della Costituzione nel più ampio negoziato per l’avvio del cosiddetto regionalismo differenziato”, avverte.

Adnkronos