Veneto: Anci, Comuni preoccupati per la gestione del sociale

Venezia, 30 mar. (AdnKronos) – ‘Dopo le segnalazioni effettuate da diversi comuni, in particolare nel trevigiano, Anci Veneto condivide la preoccupazione degli enti locali in merito alle risorse per il sociale. In alcune Ulss in particolare si segnalano incongruenze tra la rendicontazione della quota propria e quella delegata, da cui non si riesce a capire completamente a quali servizi erogati facciano riferimento”. Così la presidente di Anci Veneto, Maria Rosa Pavanello, ed il presidente la Consulta Politiche Sociali di Anci Veneto, Giancarlo Acerbi manifestano la propria preoccupazione per il peso sui bilanci dei Comuni delle spese per il sociale.
‘Nonostante la fusione delle aziende sanitarie, che dovrebbe portare ad una migliore gestione della spesa, ma anche ad alcuni risparmi, ci troviamo tutt’ora al limite dell’emergenza nel gestire il comparto Sociale in molti enti locali. I Comuni non sono più in grado di sopperire a carenze di risorse ed all’aumento di competenze che sempre più spesso si vedono scaricare addosso”, spiegano.
‘Dal confronto in sede di Consulta per il Sociale all’interno di ANCI Veneto, siamo a chiedere in primo luogo ai Direttori Generali e ai Direttori dei Servizi Sociali delle Ulss venete la rendicontazione precisa delle quote di parte propria e di parte delegata destinate nello specifico al Sociale e l’indicazione di tutti i servizi offerti all’interno di queste”, sottolineano.

Adnkronos