Trapani: conclusa esercitazione cabine funivia Erice

Palermo, 16 mar. (AdnKronos) – Impianti bloccati con decine di passeggeri intrappolati nelle cabine, ad almeno 20 metri di altezza, lungo tutto la linea. E’ lo scenario dell’esercitazione che si è svolta ieri e oggi nella funivia Trapani-Erice, che riaprirà nei prossimi giorni dopo un periodo di chiusura per manutenzione. Ad eseguire l’evacuazione dei passeggeri sono stati i tecnici del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (Cnsas), con cui la Funierice Service ha stipulato fin dall’inaugurazione, avvenuta nel 2005, un’apposita convenzione.
La convenzione con il Cnsas Sicilia prevede, in caso di blocco dell’impianto, l’intervento di 20 specialisti della stazione di Palermo che con tecniche speleo-alpinistiche raggiungono le cabine ‘scalando” i piloni, montano corde di sicurezza e calano uno per uno in sicurezza i passeggeri bloccati all’interno. Il tutto entro 3 ore dalla segnalazione del guasto, anche se con un immediato primo dispiegamento a Erice di personale della stessa società ed eventualmente anche dei vigili del fuoco.
Il Soccorso alpino e speleologico siciliano garantisce lo stesso servizio dallo scorso anno per la seggiovia della Mufara, a Piano Battaglia. La reperibilità delle squadre durante l’apertura al pubblico degli impianti viene garantita grazie alla convenzione stipulata tra la società ‘Piano Battaglia srl” da gennaio dello scorso anno. I tecnici della stazione di Palermo del Soccorso alpino e speleologico siciliano sono pronti ad intervenire in caso di avaria per evacuare i passeggeri bloccati. Dal 2016, inoltre, è in vigore la convenzione con Asm Taormina per gestire il servizio per la funivia Mazzarò-Taormina, con otto cabine.

Adnkronos