Studenti alla Sistina con il ‘Giudizio Universale’ di Balich

Roma, 16 mar. (AdnKronos) – Una folla di studenti ha invaso l’Auditorium Conciliazione di Roma per la prima per le scuole di ‘Giudizio Universale. Michelangelo and The secrets of the Sistine Chapel’, il live show firmato da Marco Balich, prodotto da Artainment Worlodwide Shows con la consulenza scientifica dei Musei Vaticani. Oltre 400 studenti di diverse scuole di Roma e del Lazio, infatti, hanno assistito allo spettacolo che racconta con effetti speciali la storia della Cappella Sistina e la realizzazione del Giudizio Universale da parte di Michelangelo.
Si tratta della prima ‘pattuglia’ di ragazzi e docenti che saranno coinvolti nel progetto educativo ‘Artainment@School’, realizzato insieme da Artainment Worldwide Shows e Fondazione Bracco, d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio. Un’iniziativa, della durata di tre anni, alla quale si sono già iscritti 12.700 tra docenti e studenti e che sarà allargata anche alle scuole di altre regioni italiane. L’obiettivo è quello di accompagnare i ragazzi, sostenuti dai docenti, a scoprire e vivere la Cappella Sistina. Tre, in particolare, sono le fasi in cui si sviluppa il progetto: una teorica da mettere in atto in classe con i docenti, una esperenziale con la visione dello show e una pratica che prevede la produzione di un elaborato da parte dei ragazzi.
Per Diana Bracco, presidente della Fondazione Bracco, lo show “porta alla ribalta un’Italia splendida e unica” e “un domani potrebbe essere un veicolo di comunicazione del nostro Paese nel mondo. Come Fondazione abbiamo ripreso con Balich il tema che avevamo sviluppato all’Expo costruendo il Vivaio Scuole che occupava un piano di Palazzo Italia”. Nel Vivaio Scuole, ricorda Bracco, “sono arrivati migliaia di ragazzi tutti i giorni che hanno dibattuto e creato elaborati originali sul tema che era quello della nutrizione e della sostenibilità. Lo stesso filo – continua Bracco – l’abbiamo svolto in questo caso sviluppando questo ‘Artainment Project’ che va proprio alle scuole frequentate da ragazzi la cui età oscilla dai 9 ai 19 anni che li coinvolgerà in una parte educazionale, in una creativa e in una di discussione in classe”. Un progetto “che li accosta a questa bellezza”.
“La volontà della Fondazione Bracco – sostiene Barbara Jatta, direttore dei Musei Vaticani – di supportare questo progetto di educazione riservato alle scuole va in una linea di attenzione tra l’altro verso il disegno che è il padre delle arti. E’ importante che utilizzino questo mezzo per esprimere la propria creatività”. Uno spettacolo, Il ‘Giudizio Universale. Michelangelo and The secrets of the Sistine Chapel’, pensato quindi anche per i ragazzi e per aiutarli ad avvicinarsi all’arte. Lo show “deve emozionare per far vivere la Cappella Sistina in un altro modo, con grandi effetti tecnologici. E’ uno spettacolo meraviglioso pensato per i ragazzi e per fargli amare la bellezza e l’arte; per farli emozionare su qualcosa che appartiene alla nostra cultura, al dna dell’Italia”, ha spiegato Marco Balich. Il progetto iniziato oggi “è un nuovo modo di vedere l’arte, di entrarci dentro”, ha spiegato Gildo De Angelis, direttore generale dell’Ufficio scolastico Regionale del Lazio che ha aggiunto: “I ragazzi potranno toccare con mano che cosa è l’arte, che cosa è la Cappella Sistina e il Giudizio Universale, e potranno lavorarci sopra”.

Adnkronos