Siracusa: traffico di gasolio tra Libia e Italia, confiscati 100mila chili di combustibile

Palermo, 16 mar. (AdnKronos) – Traffico di gasolio tra la Libia e l’Italia. La Guardia di finanza e l’ufficio Antifrode dell’Agenzia delle Dogane hanno eseguito il provvedimento di confisca del gasolio sequestrato nell’operazione ‘Indonesia’, emesso dalla Procura di Siracusa. Nell’ottobre del 2017 le unità navali delle Fiamme gialle individuarono la motonave ‘Grain M’, battente bandiera del Togo nello specchio di mare antistante la riserva naturale protetta di Vendicari. Effettuato l’abbordaggio, il comandante dell’imbarcazione non fu in grado di esibire il previsto manifesto di carico e fu accertato che la motonave trasportava un ingente quantitativo di carburante, privo di documentazione attestante la provenienza. I finanzieri scortarono l’imbarcazione fino al porto grande di Siracusa per essere sottoposta a ‘visita doganale’.
Furono così scoperti 100mila chili di carburante, stipati all’interno di tre cisterne convenzionali, posizionate nella zona maestra dell’imbarcazione e all’interno di un doppio fondo ricavato artigianalmente nella zona di sentina, sotto la linea di galleggiamento del natante. Durante l’ispezione doganale, condotta anche con le unità cinofile, furono trovati anche 11 chili di tabacchi lavorati esteri e 31mila euro circa, ritenuti dagli investigatori provento dell’illecita attività di contrabbando di oli minerali.

Adnkronos