Siracusa: col. Grasso, giovane uccisa con varie coltellate

Palermo, 19 mar. (AdnKronos) – Laura Petroliti, la ragazza di venti anni, mamma di due bambini piccoli, uccisa sabato sera dal suo compagno, Paolo Cugno di 27 anni, reo confesso, è stata colpita da “diverse coltellate” che ne hanno provocato la morte e, successivamente, “il suo corpo è stato nascosto nel pozzo artesiano”. Così, il Comandante provinciale dei Carabinieri di Siracusa, col. Luigi Grasso, parlando del delitto della ragazza con i giornalisti. “Il giovane ha tentato di nascondere il corpo della ragazza e di farne perdere le tracce – dice ancora il colonnello Grasso – ma il corpo è rimasto incastrato e questo ha reso più facile il ritrovamento della ragazza”. A dare l’allarme sono stati i familiari della donna, “a partire dal padre – dice ancora l’ufficiale dei Carabinieri – e poi gli altri familiari”. Ieri il ritrovamento del corpo della ragazza. E nella notte la confessione del giovane.

Adnkronos