Sindone: da Unipd ricostruzione tridimensionale del corpo avvolto

Padova, 20 mar. (AdnKronos) – La Sacra Sindone, conservata a Torino dal 1578, è ritenuta da molti il lenzuolo in cui fu avvolto il corpo di Gesù Cristo dopo la morte per crocifissione ed è oggetto da tempo di numerose indagini di tipo tecnico-scientifico anche perché l’immagine corporea impressa non è a tutt’oggi scientificamente spiegabile o riproducibile.
I ricercatori dell’ateneo patavino hanno ricostruito in modo tridimensionale del corpo avvolto nella reliquia. I risultati, ottenuti da un gruppo scientifico dell’Università e dell’Ospedale di Padova in collaborazione con lo scultore Sergio Rodella, coordinati dal prof. Giulio Fanti docente di Misure Meccaniche e Termiche del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Padova, è stato pubblicato lo scorso gennaio sulla rivista internazionale ‘open access” Peertechz Journal of Forensic Science and Technology ‘ Clinical Group con il titolo ‘Rigor Mortis and News obtained by the Body’s Scientific Reconstruction of the Turin Shroud Man’ (‘Rigor mortis e novità ottenute dalla ricostruzione scientifica del Corpo dell’Uomo della Sindone’), autori : Matteo Bevilacqua, Gianmaria Concheri, Stefano Concheri, Giulio Fanti, Sergio Rodella.
‘Normalmente uno scultore produce il suo lavoro copiando un soggetto reale, magari aggiungendo qualche interpretazione artistica soggettiva, oppure producendo un’opera d’arte basata sull’ispirazione. Questo caso particolare invece utilizza un approccio inverso: lo scopo dello scultore e del gruppo scientifico di supporto, ‘ afferma Sergio Rodella ‘ è stato quello di produrre rigorosamente un modello tridimensionale, partendo solo dalle informazioni ottenibili da un lenzuolo bidimensionale che riproduce la doppia immagine di un uomo, quello della Sindone, e dall’informazione relativa alla normale morfologia del corpo umano. L’informazione tridimensionale correlata all’intensità del colore dell’immagine corporea è stata invece utilizzata per identificare le aree di prossimità tra il lino e il corpo, e quindi la postura dell’Uomo”.

Adnkronos