Sicilia: in finanziaria un comma per abolire le Soprintendenze Beni culturali

Palermo, 26 mar. (Adnkronos) – Un comma di una sola riga che cancella le Sovrintendenze ai beni culturali della Sicilia. E’ quanto previsto dall’articolo 14 della finanziaria regionale approdata all’Ars. “Sono abrogati gli articoli da 8 a 13 della legge regionale 1 agosto 1977 n.80”  si legge nel documento, ovvero la legge che istituiva le Soprintendenze come “organi periferici dell’Assessorato regionale dei beni culturali ed ambientali e della pubblica istruzione. Esse sostituiscono, a tutti gli effetti, le Soprintendenze trasferiti alla Regione ai sensi dei decreti del Presidente della Repubblica 300 agosto 1975”. Gli articoli in questione stabilivano anche le funzioni delle Soprintendenze.

Adnkronos