Sicilia: associazioni artigiane, molte imprese a rischio fallimento

Palermo, 20 mar. (AdnKronos) – ‘Dall’inizio dell’anno attività paralizzata e credito bloccato con numerose imprese a rischio fallimento”. Cna, Confartigianato, Casartigiani e Claai Sicilia esprimono “grande preoccupazione per l’immobilismo a cui è stata condannata la Crias nonostante 20 milioni di euro pronte ad essere erogate”. Indice puntato contro la Regione. ‘La paralisi – spiegano le Organizzazioni degli Artigiani – è frutto del deleterio percorso amministrativo e finanziario avviato dalla Giunta Crocetta e concluso dal Governo Musumeci. Input che fu dato dall’allora Assessore all’Economia, Baccei, il quale decise di sacrificare, sull’altare di un ipotetico pareggio dei conti, i patrimoni di società partecipate e di enti regionali, tra cui la Crias, senza tener conto delle funzioni, dei ruoli e dell’utilità. Di fatto quel Decreto lasciò in vita i contenitori ma senza contenuto ‘ tuonano Cna, Confartigianato, Casartigiani e Claai – trasferendo i fondi alle casse della Regione per mostrare ai Ministeri romani la capacità di far fronte ai buchi di bilancio”.

Adnkronos