Senato: resta senza eletto ‘seggio’ fantasma per ‘eccesso di vittoria’ M5S in Sicilia

Al Senato resterà senza un seggio attribuito rispetto agli eletti: per il listino bloccato e il riparto regionale gli eletti saranno 314 anziché 315

SENATO DELLA REPUBBLICAPer tutta la XVIII legislatura il Senato, con ogni probabilità, resterà senza un seggio attribuito rispetto al numero di 315 senatori eletti. I senatori saranno 314 più i sei senatori a vita, 320 in tutto, numero La situazione si è creata, e pare senza soluzione, a seguito del boom M5S in Sicilia, dove a seguito delle opzioni espresse dai candidati eletti nel collegio 8/02, un seggio non è risultato attribuibile per mancanza di candidati. In realtà, proprio il listino bloccato a quattro candidati ha reso impossibile quello che in altri sistemi poteva accadere, ossia lo scorrimento verso il candidato successivo. Ma il Rosatellum non ne prevede più di quattro. Ma questa circostanza, da sola, sarebbe stata superabile ove il ‘ripescaggio’ potesse essere fatto su base nazionale. Ma per la Sicilia la norma costituzionale prevede che il riparto dei voti debba essere su base regionale. E in giro per l’Isola, altri candidati pentastellati non c’erano: avevano già fatto l’en plein nei listini bloccati ovunque. La giunta provvisoria costituitasi il primo giorno della legislatura ha preso atto delle proclamazioni degli uffici elettorali ed è improbabile che qualcuno possa fare ricorso, una volta istituita la Giunta vera e propria, contro l’elezione di qualcuno che… non esiste. D’altronde, non è un inedito assoluto: alla Camera, nella legislatura del 2001-2006, quella volta a causa del meccanismo delle liste-civetta, non furono mai assegnati ben 11 seggi. (AdnKronos)