Salvini in Calabria, bagno di folla a Lamezia Terme e Rosarno: “pronti a governare anche questa Regione”

Dopo le elezioni Salvini torna in Calabria con due appuntamenti, a Lamezia Terme e Rosarno: tantissimi fan ad attenderlo

salvini calabria“Siamo pronti a governare la regione Calabria, è il prossimo obiettivo partendo dalla sanità, dalle infrastrutture. E, quindi, ci prepariamo a governare anche la Regione Calabria da qui ad un anno”. Lo ha detto Matteo Salvini, a Lamezia Terme, in Calabria, in un tour per ringraziare gli elettori dopo il voto, accolto da centinaia di sostenitori. “È un piacere prima che un dovere essere qua”, ha aggiunto Salvini. “Sono venuto in una terra che mi ha regalato un’emozione incredibile – ha detto il leader della Lega – che però mi ha dato anche una grande responsabilità. E quindi contate sul fatto che nei prossimi giorni lavorerò giorno e notte per dare un governo a questo paese che si impegni a dare più lavoro e più sicurezza”. “L’obiettivo è diventare il primo partito anche in Calabria, nel nome del lavoro e della sicurezza. Gli amici del Pd preparino le valigie in Regione. Siamo qua per servire, siamo a disposizione dico ai calabresi. Bisogna parlare poco e fare tanto. Lavoro e immigrazioni sono collegati. Non si possono avere migliaia di disperati pronti a essere sfruttai e schiavizzati. Una immigrazione controllata, positiva e qualificata significa più lavoro anche per i calabresi”, aggiunge Salvini.

“Sull’agricoltura e sulla pesca o a Bruxelles ci danno ragione oppure difendiamo con le unghie, con i denti e con i dazi i frutti del nostro mare e della nostra terra”. Lo ha affermato il segretario della Lega, Matteo Salvini, parlando a Rosarno, in Calabria.

“Quella compiuta ieri con il decreto svuotacarceri, da un Governo che ha preso una batosta incredibile alle elezioni, e’ una follia che cancelleremo”. Lo ha detto Matteo Salvini. “Il provvedimento approvato in Consiglio dei ministri – ha aggiunto Salvini – prevede che per i detenuti condannati a meno di quattro anni di galera di aprano le porte del carcere perche’ devono essere reinseriti. Alla faccia della certezza della pena”.

“I primi razzisti sono a sinistra perche’ dicono siamo accoglienti ma non si rendono conto che quel tipo di accoglienza crea nuovi schiavi: 2 euro all’ora e schiavitu'”. A dirlo il leader della Lega Matteo Salvini, stasera a Rosarno. “Rosarno e’ conosciuta nel mondo non per la sua storia e la sua economia ma per gli immigrati. In un Paese civile non puo’ esistere una baraccopoli come quella” della vicina San Ferdinando, ha aggiunto Salvini.

“Sono qui a Rosarno perche’ e’ uno dei simboli delle contraddizioni di questo Paese. Una realta’ nella quale ci sono i problemi e le contraddizioni che denunciamo sempre. Questo e’ un posto dove il fenomeno dell’immigrazione ha causato grandi guasti. Rosarno e’ il luogo dove noi vogliamo costruire legalita’, lavoro stabile e soprattutto azioni di contrasto alla criminalita’ organizzata”. Cosi’ Matteo Salvini al suo arrivo a Rosarno. “Partiamo da Rosarno – ha aggiunto – perche’ lavoro e clandestinita’ sono due fenomeni collegati. Se qui arrivano schiavi, i ragazzi calabresi scappano per cercare lavoro. L’Italia che ho in testa chiude le porte ai delinquenti e le apre a chi scappa davvero dalla guerra. Pero’ prima vengono gli italiani”.

“La lotta alla malavita organizzata, mafia, camorra, ‘ndrangheta, sacra corona unita, fa parte del nostro dna, ce l’ho anche a Milano”. Lo ha detto Matteo Salvini, arrivato a Rosarno, nel reggino, rispondendo alle domande dei cronisti. “L’elezione in Calabria – ha detto ancora – e’ la gioia piu’ bella e la responsabilita’ piu’ grande”.

“Stiamo parlando con tutti, dateci alcuni giorni di tempo per consentirci di dare agli italiani il governo che si meritano”. Cosi’ il leader della Lega Matteo Salvini.  “Io rispondo a tutti. Per me va bene”. Lo ha detto Matteo Salvini, oggi a Lamezia Terme per partecipare a un’iniziativa del partito, commentando le dichiarazioni di Luigi Di Maio che ha detto che entro domani sentira’ tutti i leader politici compreso Salvini per cercare la quadra sulla presidenza delle Camere.

“Tagli ai vitalizi? L’emergenza vera e’ il lavoro”. Lo ha detto Matteo Salvini a Lamezia Terme. “Il taglio dei privilegi – ha ha detto – lo abbiamo gia’ fatto in passato. Quello che vedremo, con tutti, sono alcune idee per rilanciare il lavoro che possiamo portare insieme in Parlamento”.

Gli italiani hanno votato quindi non ci sono governi pericolosi. Il Pd dovrebbe solo prendere atto che ha perso”. Lo ha detto Matteo Salvini in relazione a quanto dichiarato dal reggente del Pd Maurizio Martina sulla pericolosita’ di un governo M5s-Lega.

“Ho il dovere di parlare con tutti” in vista della formazione del nuovo governo. Un’affermazione, quella di Matteo Salvini, stasera a Rosarno, alla quale dalla platea si alza un coro “non con i 5 Stelle”.