Rifiuti: Mannino (Verdi), in Sicilia servono competenze e non prefetto in pensione

Palermo, 22 mar. (AdnKronos) – “Nella Gazzetta Ufficiale del 19 marzo è stata pubblicata l’Ordinanza di Protezione civile che fornisce le prime indicazioni operative in conseguenza della dichiarazione dello stato di emergenza in relazione alla situazione di criticità in atto nel territorio della Regione Siciliana nel settore dei rifiuti urbani. Ad avviso del Governo la gestione dei rifiuti in Sicilia necessita non solo del Commissario, in persona del Presidente Musumeci, ma anche di un soggetto preposto al coordinamento della struttura commissariale, ai fini ‘di monitoraggio, vigilanza e controllo””. Così, l’ex deputata del M5S Claudia Mannino, oggi esponente dei Verdi. “Tale figura è stata individuata in un Prefetto in pensione al quale viene riconosciuto un compenso lordo annuo di euro 95.000,00 oltre a circa 20.000 euro a titolo di rimborso spese per il vitto e l’alloggio”, dice.
“A questo punto vogliamo porre tre domande: Ma il Governo non annovera nelle proprie fila persone dotate di un know how tecnico giuridico specifico in tema di rifiuti più corrispondente alle attività da svolgere per far uscire la Sicilia dall’emergenza? Il lavoro va certamente retribuito ma. E’ giusto riconoscere a un Prefetto in pensione 95.000 euro, quando già percepisce una cospicua pensione? Chi sono gli esperti di cui intende avvalersi il Prefetto”.

Adnkronos