Reggio Calabria, conferita la stella d’argento del Coni a Enzo Gullo

A Reggio Calabria è stata conferita a Enzo Gullo la stella d’argento al merito sportivo del Coni per il grande impegno e contributo nel settore dello sport

foto di Aldo-Fiorenza

foto di Aldo-Fiorenza

Nuovo riconoscimento per il reggino Enzo Gullo, al quale è stata conferita la stella d’argento al merito sportivo del Coni, che viene concessa a dirigenti che hanno dato un notevole contributo allo sport italiano con opere di segnalato impegno ed in positività di intenti in almeno venti anni di attività. Già assegnatario della stella di bronzo, Gullo, attualmente dirigente della scuola calcio ‘Maestrelli’, ha iniziato giovanissimo la sua lunga carriera di uomo di sport e di educatore sociale, in collaborazione con i padri Monfortani, per poi proseguirla per oltre un trentennio nel Centro sportivo italiano sia come tecnico e dirigente di società che come arbitro di tennis tavolo fino a diventare coordinatore territoriale e presidente provinciale. Per il suo impegno nel Csi gli è stato assegnato il Discobolo d’oro al merito. Per venti anni è stato pure dirigente e istruttore di giovani calciatori di società di calcio, e come riconoscimento del suo impegno nel 2014 ha ricevuto la benemerenza sportiva della Lega nazionale Dilettanti della F.i.g.c. E’ stato, inoltre, l’ideatore e l’organizzatore del torneo per giovani calciatori intitolato alla memoria del calciatore reggino Mimmo Mannino e, in occasione del cinquantenario della fondazione della società sportiva Fortitudo 1966 della quale è stato tecnico e dirigente, ha organizzato un evento sportivo sociale con la donazione di fondi in favore della fondazione Hospice.