Reggio Calabria: sabato la più grande mobilitazione globale per la lotta al cambiamento climatico

Earth Hour 2018 “E quindi uscimmo a riveder le stelle”. Il 24 marzo al Planetarium Pythagoras di Reggio Calabria

wwf_programma_EH2018Sabato 24 Marzo 2018 torna Earth Hour – l’Ora della Terra, la più grande mobilitazione globale dei cittadini e delle comunità di tutto il Pianeta per la lotta al cambiamento climatico, promossa dal WWF Internazionale è alla sua undicesima edizione. Le luci si spegneranno per un’ora anche quest’anno: dalle ore 20.30 alle 21.30 attraverso tutti i fusi orari, dal Pacifico alle coste atlantiche.

Insieme è possibile”, questo è stato lo slogan che ha caratterizzato l’edizione 2017 di Earth Hour, che su scala internazionale ha coinvolto 187 diversi Paesi e milioni di persone e su scala nazionale ha visto oltre 100 eventi promossi dai volontari WWF in tutta Italia con il coinvolgimento di altre associazioni  e dei/delle cittadini/e,  registrando la partecipazione straordinaria di oltre 500  Comuni, rispetto ai 350 del 2016, tra cui 16 capoluoghi di Regione su 20, ha coinvolto 187 paesi e milioni di persone.

 Quest’anno l’intenzione del WWF è di chiedere alle persone, alle istituzioni, alle collettività e alle imprese di “connettersi” per salvare il Pianeta e vedere le connessioni tra i grandi problemi ambientali, dal cambiamento climatico alla perdita di biodiversità, e la nostra vita, il nostro benessere, la nostra salute, il nostro futuro.
Lo slogan 2018 è infatti “Connect2earth”.

A Reggio Calabria, il WWF, insieme al WWF Young Italy, ha organizzato l’iniziativa dal titolo “…e quindi uscimmo a riveder le stelle…”. L’evento, realizzato con la collaborazione dell’associazione universitaria FAG (Forest And Agricolture Group), di Confagricoltura giovani e del Planetarium Pythagoras, si terrà proprio presso la sede del planetario, in via Salita Zerbi ed avrà inizio alle ore 20.00.

La location sarà allestita per l’occasione con l’esposizione di una serie di opere realizzate da giovani artisti reggini mentre nell’area esterna del planetario verrà allestito un mercatino di prodotti agricoli a Km zero.

I visitatori avranno la possibilità di assistere all’affascinante visione del cielo stellato riprodotta nella cupola del planetario e potranno acquisire una maggiore consapevolezza di quale siano le conseguenze dei cambiamenti climatici non solo a livello globale ma anche nella quotidianità di ognuno.

Durante l’ora di buio, dalle ore 20.30 alle ore 21.30 gli ambienti esterni verranno illuminati dalla sola luce delle candele e alcuni giovani musicisti eseguiranno un concerto di musica classica dal titolo “serenata per la Terra”.

L’ingresso è gratuito.