Reggio Calabria, “colpo” della Polizia all’Aeroporto dello Stretto: beccato iraniano che trafugava 60 carati di diamanti nascosti nel bagaglio a mano [FOTO e DETTAGLI]

Reggio Calabria: denunciato uomo trovato in possesso di 60 carati di diamanti nascosti nel bagaglio a mano all’Aeroporto

Diamanti sfusiEnnesimo colpo messo a segno dalla Polizia di Stato e dalla Guardia di Finanza nella repressione di reati che si realizzano all’interno dell’aeroporto ed in particolare legati al transito dei passeggeri. Nel dettaglio, ieri, presso l’aeroporto Tito Minniti di Reggio Calabria, personale della Polizia di Stato in servizio presso la Polaria ed i militari della Guardia di Finanza hanno denunciato per ricettazione K.R.R., iraniano di 52 anni residente a Milano. L’uomo, che si doveva imbarcare con destinazione Milano, è stato notato dal personale operante insospettito dal suo atteggiamento insofferente al momento dei controlli di rito ed a seguito di più accurata perquisizione è stato trovato in possesso di diamanti, per un totale di circa 60 carati, custoditi nel bagaglio a mano, senza documentazione idonea atta a comprovarle la lecita provenienza.

Il cittadino iraniano è stato denunciato in stato in stato di libertà per il reato di ricettazione ed i diamanti sono stati sequestrati e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’operazione appena effettuata sottolinea ulteriormente l’attenzione che le forze dell’ordine prestano nel servizio di vigilanza e controllo effettuato presso l’aeroporto che ha l’obietto di garantire la regolarità e l’efficienza nazionale dell’aviazione civile impedendo l’introduzione d il trasporto di articoli illegali sul territorio nazionale.