Categoria: CALABRIAEDITORIALINEWSREGGIO CALABRIA

Reggio Calabria, lavoratori ex-Multiservizi. Cannizzaro: “Depositata P.L. regionale condivisa”

Sulla vicenda dei lavoratori dell’ ex-Multiservizi di Reggio Calabria si esprime il Deputato Francesco Cannizzaro, con l’intenzione di agire per dare ai lavoratori speranza nel futuro

Il Deputato Francesco Cannizzaro fa una dichiarazione in merito alla vicenda dell’ex-Multiservizi di Reggio Calabria, che ha lasciato senza lavoro un gran numero di cittadini, l’obiettivo è di formare e reintegrare i lavoratori attraverso modifiche di legge. Questo il discorso del Deputato: “Una proposta di legge regionale che cerca di porre la parola fine alla vicenda iniqua dei lavoratori ex-multiservizi non appartenenti al bacino Lsu-Lpu di Reggio Calabria. Tutti ricordiamo la triste vicenda che ha portato allo scioglimento della società Multiservizi della città e soprattutto, alla perdita del posto di lavoro per centinaia di reggini. Il numero di questi operatori era costituito per circa la metà dagli addetti del comune provenienti dai lavori socialmente utili e dai progetti di pubblica utilità, e per l’altra metà da personale assunto dalla stessa società partecipata. Per i primi, grazie alla legge regionale n. 31 dell’8 novembre 2016, è stato possibile il reintegro nel bacino regionale e per la restante parte, purtroppo, niente è stato fatto”. Prosegue Cannizzaro – “Grande amarezza e disperazione assoluta per i lavoratori in questione e soprattutto, per le loro famiglie”.

“Ed è proprio su questo lato della vicenda che la proposta di legge depositata in segreteria assemblea del consiglio regionale, condivisa pienamente e firmata insieme al collega Seby Romeo, intende intervenire, ricollocando, come già era, i lavoratori provenienti dalla stessa società partecipata allo stesso livello dei colleghi fatti rientrare nei ranghi di provenienza. La stesura normativa è stata possibile grazie al riferimento di un protocollo d’intesa che era stato stilato in precedenza tra la regione Calabria ed il comune di Reggio Calabria per consentire un intervento economico che “formasse professionalmente” tutti gli addetti della società Multiservizi, senza distinzione alcuna, al fine di salvaguardare i livelli occupazionali esistenti. Infatti, tale lascito finanziario regionale, è stato calcolato sulla base dell’intera pianta organica, senza distinguo alcuno con gli Lsu-Lpu, allo scopo di ricollocare l’intera forza lavoro. La finalità mancata di tale provvedimento, purtroppo, si è in parte palesata con la legge r. n. 31 che non consentiva, non per disponibilità finanziaria ma per norma legiferata, il salvataggio di predette unità. Oggi, mantenendo le caratteristiche iniziali con cui questi lavoratori “sfrattati” erano parificati agli Lsu-Lpu all’interno della società mista, e riponendo la legittimità del protocollo sancito dai due enti locali come principio ispiratore della legge, si intende ridare dignità ai lavoratori e speranza nel futuro alle loro famiglie. Conclude infine il Deputato – “La burocrazia regionale, talvolta, deve osare all’interno del panorama legislativo vigente e, pur forzando nella propria interpretazione alcuni aspetti normativi, deve restare sempre fedele ai principi fondamentali della nostra Costituzione: art. 4, La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto“.

Articoli recenti

Magistrati indagati, il legale del procuratore Facciolla: “ha chiarito la sua posizione”

Magistrati indagati, il legale del procuratore Facciolla "A fronte dell'articolo letto stamattina su 'Il Fatto Quotidiano', posso dire che a…

17 Gennaio 2019 23:04

Reggio Calabria: ucciso il fratello di un pentito di ‘ndrangheta di Rizziconi. Grasso: “la Procura segnalava rischio vendette”

Reggio Calabria, Grasso: "nel rispondere alla mia interrogazione sull'omicidio di Pesaro Salvini ha omesso un passaggio fondamentale che gli ho…

17 Gennaio 2019 22:56

Terrificante incidente sulla Messina-Catania: morto un poliziotto. Denunciato l’autore degli insulti social contro l’agente

Terrificante incidente in Sicilia: denunciato l'autore dei messaggi sui social pieni di insulti verso Angelo Spadaro, il poliziotto 55enne ucciso…

17 Gennaio 2019 22:49

Parchi, 12 su 24 senza presidente. Pd: “Costa intervenga”

Pd: "i parchi italiani sono un presidio importante di biodiversità e promuovono economia sostenibile nel nostro Paese. La loro piena…

17 Gennaio 2019 22:40

Messina: eseguito il sequestro di tre serbatoi della raffineria di Milazzo

Messina: la Guardia costiera di Milazzo ha dato esecuzione al provvedimento di sequestro probatorio di tre serbatoi situati presso l'impianto…

17 Gennaio 2019 22:32