Reggio Calabria: “i dializzati aspettano il ‘miracolo'”

La nota del Presidente del M.A.P. (Movimento Autonomo Popolare) Dr. Pietro Marra sui dializzati di Reggio Calabria

pazienti dializzati“Come non essere d’accordo con la Deputata del M5S Federica Dieni su quanto la burocrazia sta rallentando l’ampliamento di posti per gli emodializzati che aspettano da anni  con tutte le sofferenze del caso , di poter effettuare le sedute presso la propria città e non doversi spostare a Messina ; tutto questo provoca nei pazienti un trauma psicologico che si aggiunge allo stress che già vivono per la malattia stessa”. Lo afferma in una nota il Presidente del M.A.P. (Movimento Autonomo Popolare) Dr. Pietro Marra.

“A dicembre scorso c’e’ stato un incontro in Prefettura tra l’ Asp e il Dipartimento regionale Tutela della Salute ( a cui ho scritto una personalmente una pec per il decesso di una paziente in dialisi) ma ancora oggi non si capisce il perchè si è fermato tutto nuovamente. Non posso credere che nel frattempo,  attivare un terzo turno di dialisi presso il Grande Ospedale Metropolitano sia da “miracolo” e comunque ringrazio tutti quei politici eletti dal popolo che in questi anni hanno fatto finta di niente. Il nostro impegno ormai preso da anni è quello di continuare a vigilare su questa situazione per poi quando avverrà il miracolo , proporre l’ intitolazione di una sala alla giovane  Signora Caterina che in dialisi e proprio per gli assurdi spostamenti a Messina ( addirittura alle 5 del mattino ) è entrata in depressione e quasi “costretta” all’asportazione di un rene per poter continuare le cure in città , è rimasta vittima del sistema sanitario reggino”.