Reggio Calabria: l’Università per Stranieri organizza il Convegno “Vincenzo Panuccio campione di legalità e libertà”

L’Università “Dante Alighieri” organizza il Convegno “Vincenzo Panuccio campione di legalità e libertà a Reggio Calabria”

 Università_dante alighieriProseguendo nella serie degli eventi culturali organizzati anche quest’anno in continuità rispetto a quelli promossi lo scorso anno in occasione del decennale del riconoscimento legale, l’Università per Stranieri “Dante Alighieri” propone un incontro per ricordare “Vincenzo Panuccio campione di legalità e libertà a Reggio Calabria”. Tra le Personalità reggine che della legalità hanno fatto il proprio emblema e l’hanno trasfusa in ogni piega del loro quotidiano impegno di ricerca e di azione, spicca senza dubbio e si staglia nitida nella memoria della Città la figura di Vincenzo Panuccio, il che spiega il motivo per cui della Sua Umanità Reggio Calabria continua ad avere un perenne ricordo anche a quasi due anni di distanza dalla Sua dipartita. Panuccio, secondo il Rettore, è stato un vero campione della cultura viva della legalità su entrambe le sponde dello Stretto, che Egli regolarmente attraversava, orgoglioso del Suo essere ‘pendolare’ o, in termini più raffinati, ‘periclitante’, dal nome dell’Accademia Peloritana di cui fu per lunghi anni Presidente della classe di Scienze Giuridiche. Vincenzo Panuccio è stato Preside della Facoltà di Economia e Commercio dell’Università degli Studi di Messina dal 1968 al 1982 (rieletto in questa carica, per ben quattro volte, sempre all’unanimità), Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati e della Unione Regionale Forense dai primi anni Settanta alla fine degli anni Ottanta, Docente insigne presso la Scuola Notarile dello Stretto intitolata a Salvatore Pugliatti, Emerito dell’Università degli Studi di Messina, Fondatore e Direttore della rivista “In Iure Praesentia”, Presidente dell’Associazione Amici del Museo, Responsabile di numerosi gruppi di ricerca del CNR, insignito della Medaglia d’oro quale Benemerito della Cultura e dell’Arte dalla Presidenza della Repubblica. Tutti questi titoli rendono evidente come la personalità di Vincenzo Panuccio non si sia incarnata solo nella difesa della legalità, ma sia stata pluralmente versatile, con ampi slanci di libertà creativa e con una attenzione rivolta a trasmettere oltre l’ambito locale l’immagine di una Città erede di secolari stratificazioni civili e culturali.

L’Università per Stranieri “Dante Alighieri”, che lo annovera tra i Componenti del Comitato che le ha dato origine e che si onora di averlo avuto come suo Docente, ha tutti i motivi per indire l’incontro di cui si è detto, volto a tenerne viva la memoria in seno alla comunità reggina. La manifestazione, dedicata, appunto, al ricordo del Professore Avvocato Vincenzo Panuccio, si svolgerà giorno 16 marzo 2018, con inizio alle ore 16:30 presso l’Aula Magna “Falcomatà” nella sede dell’Ateneo in Via del Torrione 95. Dopo i saluti istituzionali delle Autorità presenti, introdurranno i lavori il Rettore Prof. Salvatore Berlingò ed il Prof. Michele Salazar, Delegato del Consiglio Nazionale Forense. Seguirà una Lectio Magistralis in honorem tenuta dal Professore Avvocato Franco Gaetano Scoca, Emerito dell’Università ‘La Sapienza’ di Roma, Maestro di Diritto Amministrativo e anche Lui Principe del Foro come il compianto Avvocato Vincenzo Panuccio. Il tema scelto dal Prof. Scoca per la Sua Lectio Magistralis è: “Principio di legalità e lotta alla criminalità organizzata”. Anche nella scelta del Prof. Scoca si rispecchia dunque l’esigenza di dare concretezza come Vincenzo Panuccio ha fatto ogni giorno della Sua esistenza, alla lotta per la legalità, affrontando i suoi nemici sul terreno del quotidiano impegno per lo svolgimento il più regolare e trasparente possibile delle attività e delle iniziative economico-sociali, presupposto indeclinabile ed impreteribile per lo sviluppo di un territorio, altrimenti condannato a rimanere sempre più marginale e periferico.