Reggio Calabria: sferrano pugni e calci ai poliziotti, arrestati 2 nigeriani in via Cardinale Portanova

Arresti Volanti Polizia

Reggio Calabria, intervento in via Cardinale Portanova: nigeriani urlavano e litigavano in strada, 2 arresti per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale

Arresti Volanti PoliziaNell’ambito dei servizi di controllo del territorio e di contrasto alla criminalità diffusa disposti dal Questore della Provincia di Reggio Calabria, Raffaele Grassi, il personale della Polizia di Stato in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, ieri sera, ha tratto in arresto  due cittadini nigeriani, O.A. cl. 90 e O.F. cl. 90, entrambi con precedenti penali, per i reati di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale.

In particolare, nella tarda serata di ieri, il personale delle Volanti, intervenuto in via Cardinale Portanova a seguito di una segnalazione al 113 di cittadini stranieri che urlavano e litigavano in strada, ha proceduto all’arresto dei due uomini. Uno dei due cittadini nigeriani, che appariva in preda ai fumi dell’alcool, opponeva forte resistenza al controllo di polizia, sferrando pugni e calci nei confronti degli operatori ed assumendo altresì un chiaro atteggiamento di sfida. A seguito della citata reazione si rendeva necessario l’arresto anche per evitare conseguenze ulteriori agli operatori che con difficoltà riuscivano a bloccare l’uomo. Nel frattempo, l’altro cittadino nigeriano, nel tentativo di evitare l’arresto del connazionale, si scagliava contro gli operatori di polizia. Pertanto anche quest’ultimo veniva bloccato e tratto in arresto.

Nell’occorso due operatori delle Volanti riportavano lesioni e venivano accompagnati presso il Pronto Soccorso per le cure del caso.

Il PM di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria ha disposto il trattenimento dei due cittadini nigeriani presso le camere di sicurezza della Questura in attesa della celebrazione del rito direttissimo tenutosi nella giornata odierna, all’esito del quale è stato convalidato l’arresto e disposto l’obbligo di firma per entrambi.