Reggio Calabria, arrestati due giovani di Scilla: beccati con abbondanti dosi di droga sul Lungomare di Cannitello [NOMI, FOTO e DETTAGLI]

/

Reggio Calabria, arrestati due giovani di Scilla per il reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”

manette_carabinieriNella serata di venerdì, i Carabinieri del nucleo radiomobile di Villa San Giovanni, durante un servizio di controllo del territorio, hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, Francesco CIMAROSA, 23enne di Scilla, già noto alla FF.OO., e Krzysztof LOFARO , 27enne di origini polacche ma residente a Scilla, incensurato.
I militari dell’Arma, pattugliando il lungomare a Cannitello di Villa San Giovanni, hanno notato un’autovettura parcheggiata con il CIMAROSA al lato guida ed il LOFARO all’esterno del veicolo, quest’ultimo intento a rovistarvi all’altezza del sedile del passeggero. Alla vista dei Carabinieri, i due hanno tentato di disfarsi di una busta in plastica. I due militari hanno notato il gesto maldestro e hanno deciso di sottoporli a perquisizione, trovandoli in possesso di quasi 400 grammi di marjiuana contenuta in un involucro in plastica assieme ad un “macina erba”.
Le operazioni, estese anche alle abitazioni dei due, hanno permesso di trovare, a casa del CIMAROSA, una pianta di canapa indiana dell’altezza di 25cm circa, mentre presso l’abitazione del LOFARO un ulteriore dose di marijuana.
Dopo averli dichiarati in stato d’arresto, i due sono stati posti agli arresti domiciliari presso i rispettivi domicili, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.