fbpx

Facoltoso imprenditore raggirato, via al processo: 52enne messinese accusata di averlo “indotto” a compiere atti dannosi [NOME e DETTAGLI]

Maxi truffa milionaria ai danni di anziano di Roma: a processo in sei,  sul banco degli imputati anche una donna di Messina di 52anni e due medici

Un piano studiato nei minimi dettagli, grazie al quale sono riusciti ad impossessarsi di immobili di pregio, titoli di Stato e denaro contante per valore complessivo di milioni di euro, il tutto approfittando del decadimento cognitivo di un anziano imprenditore, Mario Di Carlo. Un’operazione studiata nei minimi dettagli, che per portare a termine ha richiesto anche al cancellazione delle disposizione testamentarie a favore degli eredi. Sarebbero riusciti a farla franca, se il fratello e i due nipoti dell’anziano ormai scomparso, assistiti dagli avvocati Fabrizio Merluzzi e Francesco Caroleo Grimaldi,  non avessero prontamente denunciato tutta alla magistratura, costituendosi parte civile. A finire a processo, 4 per circonvenzione aggravata di incapace, sei persone. L’udienza fissata per il prossimo 19 settembre vedrà nel banco degli imputati anche Antea Placida Retta, 52enne di Messina. La donna è accusata di aver indotto l’anziano a nominarla erede universale, ottenendo così la nuda proprietà di un immobile sito a largo del Nazzareno e in ingente somma di denaro contante per 125mila euro. Inoltre la 52enne era inoltre riuscita a farsi cointestare il conto acceso presso la propria banca di via Bissolati.  I fatti sono andati avanti fino al 22 luglio del 2015 quando il giudice ha disposto nei confronti della donna il divieto di avvicinamento e l’allontanamento dal Comune di Roma. Nel febbraio 2016 l’intervento della Guardia di Finanza, che ha disposto il sequestro di beni per 7 milioni di euro. Sul banco degli imputati sono finiti anche un parente della donna e due medici che dovranno rispondere di falsità ideologica, in particolare per aver attestato che l’anziano fosse perfettamente in grado di intendere e di volere. Si tratta dei medici Flavio Mariotti e Giuseppe Francesconi.

Messina, presunto raggiro nei confronti di un imprenditore: le precisazioni dell’avvocato di Antea Retta