Premio del Museo: ecco i reggini che ritireranno il riconoscimento a Roma

A Roma la cerimonia di premiazione della  XXI Edizione del “Premio del Museo”:  corposa la presenza di reggini  premiati

 teatro-tremestieriMercoledì 21 Marzo 2018 alle ore 9,30  a Roma  presso il consueto scenario del  Teatro Salone Margherita si  svolgerà la cerimonia di premiazione della XXI Edizione del “Premio del Museo”. Il Premio, che ha lo scopo di favorire la conoscenza e la valorizzazione della pasta italiana, si articola in quattro sezioni: Pubblica IstruzioneGiornalismoUniversitàComunicazione di Mercato. Tema del bando che ha ispirato i lavori degli studenti è: “La pasta nel mondo: tanti modi di condirla.. ma è sempre pasta!”. In questa edizione corposa sarà la presenza di premiati calabresi e reggini in particolare: gli studenti Fausto Campiglia del Liceo Classico Europeo ed Alessia Plutino dell’istituto De Amicis  Bolani per la Sezione Pubblica Istruzione, i cui lavori saranno premiati insieme a quelli di altri ragazzi provenienti da scuole di tutto il territorio nazionale: Roma, Brescia, Casale Monferrato (AL), Palazzolo sull’Oglio (BS), Melfi (PZ), Novara. Premio Speciale del Museo andrà al diplomatico reggino dott. Antonio Morabito della Direzione Generale del MAECI ed al dott. Giuseppe Borgia, già dirigente della Pubblica Amministrazione  che ha rivestito  importanti incarichi istituzionali, i quali ritireranno il premio insieme all’illustre giurista di fama internazionale Prof. Guido Alpa.   Premio alla carriera al dott. Sebastiano Macheda  primario del reparto di rianimazione dell’azienda ospedaliera “Bianchi – Melacrino – Morelli”. Nella sezione Comunicazione di Mercato tra le aziende premiate anche il Pastificio Torre di Gioia Tauro per la sua “struncatura”, ed all’azienda agricola Le Casematte di Messina. Tra gli altri premiati nella sezione Giornalismo riconoscimenti andranno alla rivista Gentleman  ed al Il Gambero Rosso. La cerimonia sarà presieduta  dal Prof.  Giuseppe Caminiti  e condotta dall’Avv. Giuseppe Giarmoleo, Presidente del Museo Nazionale delle Paste Alimentari. A chiusura dell’evento ospiti e premiati potranno gustare i tipici pizzoccheri della Valtellina preparati al momento da uno staff preposto dell’Accademia del Pizzocchero di Teglio (SO).