fbpx

Parità e Violenza di genere: Messina aderisce al Patto per i Comuni

palazzo zanca Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Anche Messina aderisce al Patto per i Comuni per la parità e contro la violenza di genere, il documento impegna enti ed istituzioni, a porre in essere azioni ed iniziative volte a prevenire ogni forma di violenza contro le donne

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Con delibera di Giunta Municipale n. 111 dello scorso 1 marzo, anche Messina aderisce al “Patto dei comuni per la parità e contro la violenza digenere”. L’iniziativa discende dagli incontri nazionali a cui l’assessore alle Pari Opportunità, Nina Santisi, ha preso parte, organizzati dall’ANCI per la costruzione, condivisione e sottoscrizione del Patto. Il documento impegna enti ed istituzioni, a porre in essere azioni ed iniziative volte a prevenire ogni forma di violenza contro le donne e a rimuovere le cause che possono portare ad agire e a subire violenza. L’impegno degli amministratori è quellodi progettare e sostenere misure concrete e condivise che contribuiscano a migliorare la società e recare reali benefici alle generazioni future a partire da un miglioramento della qualità della vita nelle città amministrate. “La nostra città – sottolinea l’assessore Santisi – ha scelto di aderire al Patto dei Comuni per la parità e contro la violenza di genere, essendo il Comune di Messina già impegnato a promuovere e garantire molte delle iniziative e degli obiettivi contenuti nel patto, tra cui il Protocollo interistituzionale per il contrasto contro la Violenza di genere. E’ opportuno rafforzare tutte le azioni di contrasto alla violenza sulle donne già avviate dall’Amministrazione, promuovendo modelli positivi per le nuove generazioni basati sul rispetto e sul superamento di atteggiamenti negativi e pericolosi attraverso campagne di comunicazione, programmi educativi edi formazioni, seminari e conferenze. Messina condivide il patto insieme alle città di Milano che lo ha promosso, Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Napoli, Padova, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino e Varese. Il prossimo obiettivo sarà quello di coinvolgere nell’adesione al Patto i Comuni grandi e piccoli del proprio territorio”.