P3: Verdini a Calabresi, indignato per mancanza notizia mia assoluzione (2)

(AdnKronos) – “Scrivo questo a lei, e lo farò anche con altri direttori che se la sono cavata confinando la notizia della mia assoluzione in un trafiletto. Mi chiedo -prosegue Verdini- che modo sia questo di fare giornalismo: non ricoprendo più un ruolo pubblico mi permetto perfino, pensi, di essere indignato”.
“Lei sa perfettamente che l’inchiesta sulla P3 ha condizionato in modo decisivo, molto più degli altri processi che riguardavano soltanto le mie precedenti attività, la mia vita politica fino a decretarne surrettiziamente la fine. E dunque, è semplicemente inaccettabile -conclude Verdini- ignorare, dopo anni e anni di fango sparso evidentemente sbagliando, un fatto di cronaca che non era solo giudiziaria ma anche, appunto, ‘politica’. Considero quanto accaduto una vergogna inaccettabile. E da libero cittadino, da quasi ex senatore, non posso non rilevarlo”.