L’Ospedale Veterinario Unime fiore all’occhiello di Messina: professionalità e sensibilità dei medici fanno breccia nel cuore di una cittadina americana

Gli apprezzamenti di una cittadina americana: “posso dire che l’Ospedale Veterinario di Messina e i suoi medici non hanno nulla da invidiare in quanto a professionalità e serietà ad altre strutture presenti in USA”

veterinarioUna cittadina statunitense, attualmente residente a Messina, ha voluto esprimere i propri ringraziamenti all’Ospedale Veterinario Didattico, attivo presso il Polo universitario dell’Annunziata, attraverso una toccante e significativa lettera in cui racconta la propria esperienza:
Desidero raccontare – scrive – la mia bellissima esperienza con l’Ospedale Veterinario universitario di Messina. Nelle settimane scorse, a tarda sera, ho portato la mia gatta, che era stata aggredita da un cane randagio, al Pronto Soccorso dell’Ospedale Veterinario in condizione gravissime. Al Pronto Soccorso sono stata accolta tempestivamente da un medico veterinario altamente qualificato. Grazie ad un intervento repentino e di elevata professionalità, la mia gatta è stata miracolosamente salvata. La gatta è stata ricoverata per 11 giorni presso l’Ospedale Veterinario; in quei giorni ho avuto l’opportunità di entrare in contatto con tutto lo staff dei medici veterinari in servizio presso la struttura veterinaria constando elevati livelli di professionalità ed umanità. Il personale dell’Ospedale mi ha supportata anche nei rapporti con il servizio comunale per il recupero del cane randagio che aveva aggredito la gatta. Durante la mia vita negli USA ho avuto occasione di accedere a simili strutture ospedaliere e, senza alcun dubbio, posso dire che l’Ospedale Veterinario di Messina e i suoi medici non hanno nulla da invidiare in quanto a professionalità e serietà. Desidero, in particolare, ringraziare la Prof.ssa Passantino, il Prof. Bonanno e il Prof. Musico’ per la loro gentilezza nonché tutti gli studenti ed impiegati. Adesso la gatta sta bene e deve la sua vita all’assistenza ricevuta presso questo Ospedale”.