Milano: Dirlewanger e la 36esima Waffen-Grenadier-Division SS/scheda

Milano, 31 mar. (AdnKronos) – Il fondatore, Oskar Dirlewanger, fu condannato due volte per violenza sessuale nei confronti di minorenni e fu espulso dall’Nsdap, il partito nazionalsocialista tedesco, prima di essere riabilitato e ammesso nelle Allgemeine-SS. La divisione, la 36esima Waffen-Grenadier-Division delle SS, fu una unità penale militare delle Waffen-SS, composta inizialmente da criminali tedeschi condannati, aperta poi anche a volontari russi e ucraini. Durante la Seconda guerra mondiale l’unità, conosciuta anche come SS-Sturmbrigade Dirlewanger, si macchiò di tali crimini e violenze nelle zone occupate da suscitare in alcuni casi l’irritazione e il disgusto degli stessi comandanti delle SS.
Alla 36esima Waffen-Grenadier-Division e al suo fondatore si richiama l’associazione ’36 Fuesilier Kompanie’, che sabato 21 e domenica 22 aprile organizza a Cologno Monzese, alle porte di Milano, una rievocazione storica, con l’allestimento di un campo militare tedesco di fronte a Villa Casati, a Cologno Monzese. Un evento “per rievocare e conoscere la vita di campo di un reparto di fanteria nella Cologno di fine guerra, nelle settimane precedenti la Liberazione d’Italia”, come si legge nella locandina della manifestazione, patrocinata dal Comune. Se il riferimento alla divisione delle SS non fosse chiaro, sulla pagina Facebook della ’36 Fuesilier Kompanie’ fra le informazioni di contatto è indicato l’indirizzo @dirlewanger36.
Costituita nel giugno del 1940, l’unità fu subito utilizzata per compiti di contro-insurrezione in Polonia. Nel febbraio del 1942 venne trasferita in Bielorussia, anche a causa dei numerosi casi di stupro, strage, saccheggio e diserzione di cui furono accusati i suoi membri, dove combatté contro l’Armata rossa. Tornata in Polonia nel 1944, la divisione fu impegnata nel domare la rivolta di Varsavia, e si diede a violenze tali da preoccupare lo stesso Heinrich Himmler. L’unità fu poi distaccata in Slovacchia e Ungheria e infine nella difesa della Germania, sulla linea Oder-Neisse. Al termine del conflitto Dirlewanger venne catturato dagli alleati. Morì il 5 giungo 1945, picchiato a morte dai soldati polacchi inquadrati nelle forze di occupazione francesi nella prigione di Altshausen.

Adnkronos