Migranti: Ismu, in Italia 1,6 mln cristiani ortodossi e 1,4 mln musulmani

Milano, 27 mar. (AdnKronos) – Il cristianesimo ortodosso è la religione più diffusa fra gli stranieri residenti in Italia. Secondo i dati della Fondazione Ismu, sono 1,6 milioni i cittadini stranieri che professano la religione cristiana ortodossa a gennaio 2017, in aumento dello 0,7% rispetto all’anno precedente, seguiti dai musulmani (1,4 milioni e in calo dello 0,2%) e dai cattolici (poco più di un milione). I buddisti stranieri sono stimati in 188mila (+3,5%), i cristiani evangelisti in 124mila (+2,3%), gli induisti in 73mila (+0,8%), i sikh in 72mila (+0,9%) e i cristiani copti in 19mila (+2,1%).
Per quanto riguarda le provenienze si stima che la maggior parte dei musulmani stranieri residenti in Italia provenga dal Marocco (408mila), seguito dall’Albania (206mila), Bangladesh (103mila), Pakistan (100mila), Egitto (96mila), Tunisia (93mila) e Senegal (87mila). La regione in cui la presenza di stranieri di fede cristiana ortodossa è maggiore è la Lombardia, con 268mila presenze, seguita dal Lazio con 263mila e da Veneto (174mila), Piemonte (161mila), Emilia Romagna (158mila) e Toscana (117mila).
La regione in cui vivono più stranieri residenti di fede musulmana, minorenni inclusi, è la Lombardia: sono 360mila, pari ad oltre un quarto del totale degli islamici presenti in Italia. Al secondo posto ci sono l’Emilia Romagna con 178mila musulmani, al terzo il Veneto dove sono 134mila, al quarto il Lazio con 120mila presenze, appena davanti al Piemonte (117mila).

Adnkronos