Messina, Torrente Bisconte Cataratti. Gioveni e Cacciotto: “Si faccia chiarezza sui passaggi amministrativi”

Messina, i consiglieri Cacciotto e Gioveni chiedono chiarezza sui passaggi tecnici e amministrativi per l’aggiudicazione del bando di gara

torrente bisconte cataratti“L’Amministrazione faccia pubblicamente chiarezza su tutti i passaggi tecnici e amministrativi già effettuati nell’iter in corso per l’aggiudicazione del bando di gara, pubblicato il 29 dicembre scorso, per la copertura e la riqualificazione ambientale del torrente Bisconte Catarratti”. E’ questa la richiesta ufficiale del consigliere comunale Libero Gioveni e della terza Circoscrizione Alessandro Cacciotto che hanno sempre seguito da vicino l’evoluzione del progetto e che, specie in questo scorcio di fine mandato, temono  che la grande opera da 25 milioni di euro possa prestarsi a speculazioni di tipo elettoralistico. “Nonostante da quel 29 dicembre si siano dettati i tempi di tutti i passaggi – spiegano Gioveni e Cacciotto – un silenzio “tombale” sembra essere calato sul futuro dell’infrastruttura, tanto da far tornare nuovamente dei dubbi ai residenti dei due villaggi, quasi increduli che il progetto abbia potuto trovare la luce dopo decenni di promesse e chiacchiere. Appare superfluo rimarcare l’assoluta importanza di portare a compimento una così grande opera – evidenziano i due consiglieri – sia sotto il profilo viario che sotto l’aspetto della sicurezza in termini di elevato rischio idrogeologico. Eppure erano state annunciate delle date direttamente dal commissario di governo per il dissesto idrogeologico della Siciliaproseguono i due esponenti del Pd– rispetto alle quali, appunto, non si sono avuti più i tanto attesi aggiornamenti: il 15 febbraio era stato fissato come termine ultimo per la presentazione delle offerte, mentre il 21 febbraio si sarebbero dovute aprire le buste! Pertanto – concludono Gioveni e Cacciotto – ad 1 mese esatto dall’ipotetica aper tura delle buste, chiediamo all’assessore ai lavori pubblici Sergio De Cola di confermare se:
1) queste date siano state rispettate e tutti i passaggi effettuati;
2) le offerte siano attualmente in corso di valutazione;
3) i tempi necessari per l’affidamento all’impresa aggiudicataria”.