Messina: il Tar ammette studentessa al corso di laurea in Medicina senza test di ammissione

Il Tar di Catania accoglie il ricorso di una studentessa: la giovane sarà ammessa al corso di laurea in Medicina a Messina senza aver sostenuto il test di ammissione

GiudiceUna storia a “lieto fine” quella che vede protagonista una studentessa che aveva presentato domanda di iscrizione all’Università di Messina. La vicenda, come riportano Francesco Leone e Simona Fell, legali della giovane- inizia con il ricorso della studentessa, laureata in biologia a Perugia per richiedere il passaggio a Medicina. Attraverso i suoi legali la studentessa aveva richiesto l’iscrizione a Unime, senza esiti positivi. Da qui l’impugnazione del provvedimento dinnanzi al Tar di Catania, che ha accolto la tesi della ricorrente. Così la studentessa è stata ammessa al corso di laurea senza aver sostenuto il test di ingresso. La sentenza del Tar di Catania si conforma ai precedenti giurisprudenziali: in provvedimenti precedenti il Tar aveva già affermato non fosse obbligatorio sostenere la prova di ammissione.