Messina, studenti investiti davanti scuola: è tempo di mettere in sicurezza gli attraversamenti pedonali

Il grave incidente che ha coinvolto due giovani studenti di Messina impone le predisposizione di ulteriori misure di sicurezza a garanzia dell’incolumità dei pedoni. Laimo e Cannistraci: ” Attraversamenti pedonali per ipovedenti e maggiori controlli”

viale giostra messinaA pochi giorni dall’ incidente sul Viale Giostra davanti la scuola superiore Antonello che ha visto coinvolti due giovani studenti ed un’autovettura che li ha centrati in pieno, intervengono sull’accaduto il vicepresidente della V circoscrizione Franco Laimo ed il collega consigliere Marcello Cannistraci: ” da tempo chiediamo che la zona venga sottoposta a maggiori controlli sulla viabilità, soprattutto da quando è aperto lo svincolo autostradale sia in entrata che in uscita che vede passare da quel lungo vialone molte più autovetture e mezzi pesanti di prima.  Nei giorni del martedì e del venerdì in più la circolazione è totalmente congestionata vista la presenza del mercato rionale di Giostra, e cadere vittima di un investimento o tamponamento non è poi così difficile o complicato. Abbiamo richiesto l’ausilio di pattuglie dei vigili urbani soprattutto nelle ore in cui gli alunni entrano ed escono da scuola, ma purtroppo non si è mai realizzata concretamente e di fatto questa nostra richiesta”. Secondo Laimo e Cannistraci il problema non riguarda soltanto il Viale Giostra, ma anche il parallelo Viale Annunziata, ove sorgono altre scuole importanti e molto frequentate; Laimo  e Cannistraci infatti avevano richiesto, proprio dinanzi agli istituti scolastici (sia del Viale Giostra che dell’Annunziata), di poter realizzare degli attraversamenti pedonali rialzati, ovvero quelli per ipovedenti, che al tempo stesso mirano a diminuire la velocità delle autovetture che vi transitano. “La situazione è precaria– commentano i consiglieri- e se non vogliamo che si ripetano ulteriori incidenti di poveri ragazzi, o comunque dell’ignaro passante, occorre prendere celeri provvedimenti”.