Messina, strutture sportive nel degrado: che fine hanno fatto i fondi per la riqualificazione?

Franco Tiano: “Strutture sportive di Messina in stato di abbandono. Veicolare i fondi per la riqualificazione”

pallone-bucatoCome tante altre cose in città, lo sport, per troppo tempo dimenticato da chi ci ha rappresentati, deve tornare a fiorire. Dobbiamo essere in grado di premiare le tante realtà sportive presenti a Messina che con fatica e immeritatamente in silenzio continuano a far crescere i nostri figli, non solo a livello agonistico, ma anche personale e civico”. Lo ha detto Franco Tiano, fautore della lista civica #ScegliMe, a margine di un incontro con la scuola calcio di Giovanni Cirino. “Un’amministrazione responsabile – ha dichiarato Tiano – ha il dovere di intercettare tutte le forme di finanziamento che lo stato e l’Unione europea mettono a disposizione dei comuni al fine di riqualificare  le strutture sportive cittadine che da decenni, seppure utilizzate quotidianamente, versano in uno stato di abbandono”.  “Il sacrificio dei nostri ragazzi e di chi dedica loro la propria vita ed il proprio tempo, va premiato con strutture ed attrezzature adeguate per permettere di lanciare nel mondo dei professionisti i nostri talenti. Esattamente come succede nelle  città del Nord, i nostri figli, impegnati negli sport, non devono sentirsi ultimi rispetto a nessuno”. “Un ringraziamento particolare  – ha concluso Tiano – va al mister Giovanni Cirino, al mister Dino Cannistraci e a tutto il loro staff, per avermi dato la possibilità di confrontarmi con tanti giovani e con i loro genitori”.