fbpx

Messina: tutto pronto per la seconda Giornata delle malattie neuromuscolari

/

Sabato al Policlinico di Messina il progetto nazionale che coinvolge 17 città in Italia

giornata malattie nueromuscolari messinaTutto pronto per la seconda edizione della ‘Giornata nazionale delle malattie neuromuscolari’, che si svolgerà sabato 10 marzo, a Messina, con inizio alle ore 9, al Centro congressi del Policlinico “Gaetano Martino”. Un progetto nazionale con manifestazioni analoghe in altre 17 città d’Italia, che è nato l’anno scorso proprio dall’idea di un messinese, il professore Antonio Toscano, ordinario di Neurologia dell’Università degli Studi di Messina, past-president dell’Associazione italiana miologia (Aim) e di Angelo Schenone, professore dell’Università degli studi di Genova e presidente dell’Associazione italiana sistema nervoso periferico (Asnp). La manifestazione nasce in collaborazione con il dipartimento di Medicina clinica sperimentale; l’Unità operativa complessa di Neurologia e malattia neuromuscolari; il Centro di riferimento regionale per le malattie neuromuscolari rare (Ern); il Centro clinico ‘Nemo Sud’ e con il patrocinio di Fnomceo, Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri, Società italiana di Medicina generale e delle cure primarie e da Sin, Società italiana di Neurologia. Rispetto all’anno scorso, inoltre, giorno 9, in ogni città partecipante, ci saranno dei punti di incontro per approfondire diagnosi stabilite e sospette malattie, aperti a pazienti e alle loro famiglie. Al Policlinico di Messina gli ambulatori opereranno dalle 9 alle 13, presso il Centro di riferimento regionale per le malattie neuromuscolari rare dell’Uoc di Neurologia (secondo piano – padiglione E) e al Centro ‘Nemo Sud’ (padiglione B – quarto piano): “Sabato sarà una giornata di aggiornamento su diagnosi, terapia, presa in carico dei pazienti e, da non trascurare, il rapporto con le famiglie di persone affette da queste malattie, e quindi l’assistenza – spiega Antonio Toscano – perché confrontarsi, parlare di ricerca è fondamentale sia per gli operatori del settore, sia per i pazienti e coloro che gli stanno vicino. L’anno scorso abbiamo registrato un grande successo – prosegue il docente – quest’anno non potevano non riproporre la giornata, forti dell’esperienza già maturata e coscienti che dobbiamo dare risposte anche su temi che abbiamo aperto nella passata edizione e che quest’anno possiamo approfondire ulteriormente”. “La speranza – conclude Toscano – è quella di migliorare la comunicazione tra i medici e i pazienti in questo difficile ambito e di incrementare la conoscenza riguardo queste malattie che, seppur rare, hanno un elevato impatto sociale, economico e assistenziale”. L’evento oltre che a Messina si svolgerà ad Ancona; Bari; Bologna; Brescia; Cagliari; Genova; Milano; Napoli; Padova; Palermo; Parma; Pisa; Roma; Siena; Torino e Udine. Per partecipare al convegno, iscrizione obbligatoria, su www.giornatamalattieneuromuscolari.it