Mafia, Libera: “75% familiari vittime non conosce verità e non ha giustizia”

Mafia, Libera: “75% familiari vittime non conosce verità e non ha giustizia”

libera-2 Ogni anno, ricorda Libera, nel percorso di avvicinamento al 21 marzo “nei nostri archivi aggiungiamo periodicamente nuove storie. Storie che ci aiutano un po’ di più nel rendere questo elenco più aderente ai fatti, storie che sono parte della Storia d’Italia. Ma più le storie aumentano e più ci accorgiamo di trovarci di fronte a uno sterminio. Per questo motivo è importante essere il 21 marzo, primo giorno di primavera, a Foggia e nei migliaia di luoghi d’Italia,in Europa e America Latina dove verranno letti i nomi delle vittime innocenti delle mafie e della corruzione, nel segno di una memoria che non vuole essere celebrazione ma impegno per il cambiamento”. Sono 972 i nomi delle vittime innocenti inserite nell’elenco, 104 sono i minori. Il 45% delle vittime sono state uccise in Sicilia, segue la Campania con il 20% delle vittime e il 17% delle vittime in Calabria. Il picco di omicidi si è verificato nel 1982 e nel 1990. In Puglia le vittime innocenti sono 70 di cui almeno il 30% delle vittime sono donne e bambini.

(AdnKronos)