Locri, da Leo Club e Lions iniziativa e raccolta fondi per i non vedenti

/

Si è svolta un’importante iniziativa proposta da Leo Club e Lions di Locri finalizzata alla raccolta fondi per i non vedenti e l’addestramento di cani guida

cani guidaLa mattina di domenica 18 marzo, presso la sede Caritas di Locri (RC), si è svolta un’iniziativa di beneficenza curata e promossa dal Leo Club Locri “Luigi Mory” (Presidente Antonella Gimondo) in collaborazione col Lions Club Locri (Presidente Giuseppe Macrì). Finalità del service svolto, avvicinare i normodotati alla quotidianità dei non vedenti tramite un pranzo al buio che aiuti, in un modo tanto metaforico quanto pragmatico, a immedesimarsi in chi purtroppo non può contare sul senso della vista per interagire col mondo circostante, un senso che si dà solitamente per scontato e del quale non si comprende appieno il dramma della sua assenza. Nel corso del service, infatti, gli ospiti sono stati invitati a pranzare completamente al buio proprio per simulare la condizione di cecità. Con questa esperienza si è cercato di far capire le difficoltà di chi non vede e l’importanza di contribuire ad arginare, per quanto possibile, le difficoltà quotidiane dei non vedenti. Il contributo degli ospiti è stato generoso: sono stati raccolti 700 euro, devoluti al centro addestramento di Limbiate, fiore all’occhiello dell’associazione Lionistica che nei pressi di Milano si occupa costantemente della costosa formazione di cani guida per ciechi.

Durante il service sono intervenuti il presidente Lions Giuseppe Macrì, il presidente Leo Antonella Gimondo, il Referente Area Sud (Calabria) per il progetto “Cani Guida” Rocco Salvatore Auddino e, a concludere, il Delegato Leo d’Area Sud Paolo Battaglia nonché il Past Governatore Lions Domenico Laruffa. Leit motiv di tutti gli interventi la necessità di aiutare e sensibilizzare alla realtà di chi ha bisogno di uno sforzo in più per vivere una serena quotidianità. Un ringraziamento particolare per l’importante presenza e la toccante testimonianza di Anna Barbaro e Nora, il suo angelo a quattro a zampe donato dal centro di Limbiate. A evento concluso, il Referente Area Sud del progetto “Cani Guida” tra i Leo, Rocco Salvatore Auddino, ha così commentato: “Sono molto orgoglioso del lavoro che i soci e amici di Locri hanno svolto! Questi ragazzi hanno rispettato le linee guida necessarie per la realizzazione del progetto: sensibilizzare l’opinione pubblica e raccogliere i fondi indispensabili per finanziare la fondazione affinché, quest’ultima, possa gratuitamente donare un cane guida ad una persona non vedente. Ringrazio personalmente il presidente Antonella Gimondo e le socie Marina Calcagni e Maria Chiara Mangiavillano. La via intrapresa è quella giusta. Ad Maiora!