Libri: Sil Confesercenti, inaccettabile vendita attraverso biblioteche (2)

(AdnKronos) – Ora Ascom, aggiunge, “ha fatto questa controproposta che coinvolge nella vendita le librerie, ma che noi contestiamo non solo perché svilisce il ruolo degli operatori del settore, ma anche perché riduce ancora i già risicati margini di vendita: il margine medio delle librerie per la vendita, infatti, è di un 28/30% e se si deve garantire un 15% di sconto, la commissione del 7% alle biblioteche e i costi di spedizione si comprende bene che per i librai sarebbe solo una rimessa”.
“Siamo pronti – conclude Terzi – a proseguire questa battaglia sino in fondo, in tutela di un comparto che ha vissuto e vive una grave crisi. Vogliamo continuare dialogare con gli Enti per individuare delle soluzioni che mirino a far trovare, anche con strumenti informatici, i libri che gli utenti cercano nei territori. Un servizio che andrebbe a rinsaldare quella collaborazione tra biblioteche e librai che c’è sempre stata e che questa iniziativa sta pesantemente minando”.

Adnkronos