fbpx

Lamezia Terme, tenuto il Forum Riformista per la programmazione delle attività

Si è tenuto a Lamezia Terme il Forum Riformista tra esponenti della politica per programmare le attività dei prossimi mesi

lamezia-terme-01-1-640x594Il Forum Riformista presieduto dal senatore Cesare Marini si è riunito a Lamezia Terme – presenti tra gli altri gli ex parlamentari Sandro Principe e Saverio Zavettieri, gli ex consiglieri regionali Leopoldo Chieffallo, Pino Napoli e Raffaele De Rango, l’ex sindaco di Satriano Michele Drosi – per organizzare, in qualità di soggetto politico-culturale, le iniziative (convegni e seminari) da assumere nei prossimi mesi. Il dibattito è stato ampio e articolato ed ha spaziato dalla situazione socio economica della Calabria, aggravatasi negli ultimi anni al punto di determinare uno scostamento peggiorativo con le altre aree del paese, fino alla questione centrale della disoccupazione. Il lavoro è la prioritaria questione da affrontare, avendo chiaro l’insufficienza dei provvedimenti nazionali a contenere il fenomeno. Le garanzie sociali esistenti trascurano una pur minima tutela per le fasce più deboli, rappresentate dalla massa di giovani e meno giovani esclusi dai processi produttivi. Da ciò deriva l’esigenza di ripensare il welfare, introducendo forme di salario attivo.  L’aumento in Calabria delle persone in stato di povertà o sfiorate da questo flagello sociale non può rimanere un dato statistico ma richiede risposte legislative appropriate. Il compito della politica locale è quello di definire le linee di sviluppo della Calabria in modo da finalizzare le risorse finanziarie europee a pochi obiettivi, in grado di far crescere l’economia. Se non si decidono le finalità da perseguire con il percorso economico, sarà difficile concretizzare gli obbiettivi della crescita. Nella riunione sono stati introdotti alcuni temi quali il ruolo debole e comunque inadeguato del credito, insufficiente a soddisfare le esigenze del territorio, a sostenere le imprese e la domanda di nuove iniziative. La riunione è servita anche per iniziare l’approfondimento della nuove legge elettorale, che, a giudizio dei presenti, dovrà essere funzionale al modello di democrazia che si vuole costruire. Il Forum, quale soggetto politico culturale, indirizza la sua attività a promuovere convegni e seminari nei prossimi mesi.