Gentiloni si è dimesso

Roma, 24 mar. (AdnKronos) – “Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto questo pomeriggio al palazzo del Quirinale il presidente del Consiglio dei ministri onorevole Paolo Gentiloni, il quale, in seguito all’insediamento del nuovo Parlamento, ha rassegnato le dimissioni del governo da lui presieduto. Il presidente della Repubblica ha invitato il presidente del Consiglio dei ministri a rimanere in carica per il disbrigo degli affari correnti”. Questo il testo del comunicato letto al termine del colloquio dal segretario generale della presidenza della Repubblica, consigliere Ugo Zampetti.
Con le dimissioni presentate al Quirinale, il governo guidato da Gentiloni (il 64/esimo della Repubblica, terzo nella XVII legislatura) ‘chiude’ al 21/esimo posto nella speciale graduatoria degli esecutivi più longevi della Repubblica. Il governo Gentiloni, infatti, è entrato in carica il 12 dicembre del 2016 dopo la fiducia della Camera, ottenuta con 368 voti favorevoli e 105 contrari. Il giorno seguente ha avuto la fiducia dal Senato con 169 voti favorevoli e 99 contrari. In totale, Gentiloni è rimasto in carica 467 giorni superando di un soffio il governo De Mita dell’89 (466 giorni effettivi in carica) e facendo poco meno del Fanfani IV del ’63 (485 giorni in carica).
Il piazzamento dell’attuale premier non è però definitivo: la permanenza a palazzo Chigi per il “disbrigo degli affari correnti” permetterà infatti al governo di scalare ulteriori gradini in classifica. L’esempio è quello del governo Monti, ‘terminato’ il 21 dicembre 2012 ma in carica fino al 28 aprile 2013, con 529 giorni in carica in totale e 401 effettivi. In testa alla classifica resta sempre il Berlusconi II con 1412 giorni in carica.

Adnkronos