Sicilia, torna a crescere l’export regionale: boom nel 2017, bene Messina

Vola l’export nell’Isola, ecco i dati dell’Osservatorio di Unioncamere Sicilia sull’andamento delle vendite all’estero: Messina tra le province più virtuose

grafico-positivoCresce  l’export siciliano, con performance in termini percentuali tra le migliori in Italia e tra le province siciliane che più hanno contribuito alla crescita tendenziale delle esportazioni regionali ci sono Siracusa (+41,84 per cento), Catania (+24,65 per cento) e Messina (+23,37 per cento). In crescita anche il settore delle importazioni per un valore complessivo di 14 miliardi di euro nel 2017 contro gli 11 miliardi di euro fatturati nel 2016. Il dato delle esportazioni  della Sicilia nel  2017 è salito del 30 per cento, con un fatturato  delle vendite all’estero  pari a 9,2 miliardi di euro. Un aumento significativo dal momento che nel 2016  il giro d’affari è stato di 7,1 miliardi. Fuori dall’Europa l’Isola incassa  un +39 per cento, lo rivelano i dati  dell’Osservatorio economico di Unioncamere Sicilia: “Il risultato ottenuto dalla Sicilia nel 2017 – commenta il segretario generale di Unioncamere Sicilia, Santa Vaccaro – è al di sopra del dato medio nazionale  e posiziona l’Isola in testa tra le regioni con la maggiore crescita”. “Dopo anni bui, l’export regionale torna a crescere – aggiunge -immettendo sui mercati stranieri la qualità del made in Sicily prodotto dalle nostre imprese che, sono i numeri a dirlo, vengono sempre di più apprezzate all’estero”.  Bene anche Agrigento (+16 per cento), Caltanissetta ed Enna (7%).