Elezioni: Industriali Treviso, no a ‘de profundis’ organizzazioni rappresentanza (3)

(AdnKronos) – “La rappresentanza d’impresa svolge poi una funzione essenziale, non solo nella rappresentanza ma anche nella composizione degli interessi, specie in un contesto che si fonda sempre più sulla polarizzazione e la contrapposizione (nord e sud, giovani e anziani, grandi e piccole imprese, pubblico e privato…). Questo impegno a ricondurre ad unità un mondo sempre più complesso, credo debba essere considerato una risorsa anche per la politica che non deve viverla in competizione. Se guardo a Unindustria Treviso potrei citare il progetto per trattenere i nostri giovani nel territorio, il miglioramento della relazione con la Pubblica Amministrazione, la gestione degli effetti delle crisi bancarie, il recupero del territorio e tanto altro ancora”, ricorda la presidente degli Industriali di Treviso.
“E’ un lavoro per la coesione sociale che pochi perseguono, ma che rivendichiamo con orgoglio. Non cavalchiamo le emozioni, i risentimenti e le contrapposizioni che insegue invece spesso la politica per lucrare un consenso effimero Cerchiamo piuttosto un punto di incontro, traguardato nel medio ‘ lungo periodo, con la difficoltà e la fatica che questo può comportare. E con il vantaggio anche, non dovendo cercare consensi per la perpetuazione della carica, di poter sostenere posizioni talvolta scomode e non popolari. Detto in altri termini, i corpi intermedi hanno manifestato una maggiore credibilità e capacità di tenuta di tante delle formazioni politiche che in questi decenni sono comparse e scomparse dalla scena politica”, continua.
“Per questo considero la vitalità della rappresentanza un valore e una ricchezza di cui il nostro paese e le nostre comunità hanno bisogno e che non è destinata a venir meno. Un valore che le Istituzioni e la rappresentanza politica, in particolare, dovrebbero riconoscere, proteggere e promuovere, così come prevede la nostra Costituzione. L’attuale contesto di forte cambiamento ed instabilità lo rende se possibile ancora più attuale e necessario”, conclude la Presidente di Unindustria Treviso.

Adnkronos