Disoccupazione: maglia nera per Messina, la città dello Stretto tra le zone più depresse della Sicilia

Lo evidenziano i dati Istat riferiti al 2017: Messina è maglia nera per tasso di disoccupazione, la città dello Stretto tra le zone più depresse della Sicilia

messina dall'alto fotoNon lasciano dubbi le ultime rilevazioni dell’Istat sul mercato del lavoro: a Messina dilaga la disoccupazione. L’aumento del numero dei disoccupati  è del 3,2%. I dati del 2017 vedono anche altre città della Sicilia allontanarsi dal resto d’Italia. Maglia nera con il tasso di disoccupazione più alto, tra il 22,6 e il 29%, oltre  alla città dello Stretto,  per Agrigento, Trapani ed Enna. In ripresa le città di Palermo, Siracusa e Caltanissetta, dove si registra un calo della disoccupazione di due punti percentuale. Per quel che riguarda l’occupazione, solo otto delle province siciliane, eccezion fatta per Ragusa che è nella fascia tra il 46 e il 55%, raggiungono la soglia tra il 37 e il 46%, ma si tratta di dati poco confortanti se paragonati al range delle zone più virtuose del Paese ( 64,2-72,9 per cento).