Catanzaro, USB: “ecco le nostre 10 domande al sindaco sull’Amc”

Catanzaro, USB: “ecco le nostre 10 domande al sindaco sull’Amc”

logo_USB_PI_ufficiale_grande_col“Registriamo le prese di posizione dei suoi manager all’interno dell’azienda AMC, a cui sono mesi che la USB, non si rivolge in alcun modo, non ci sembrano all’altezza ne della gestione di una azienda pubblica ne tanto meno sostenere confronti con chi ha idee differenti sul trasporto pubblico. Quindi egregio sindaco, – di cui aspettiamo sempre una sua degna convocazione per discutere di trasporti e dei 200 lavoratori che portano avanti la aziende – facciamo copiato di altri interventi giornalistici e le poniamo dieci semplici domande con la speranza che qualcuno NON mi quereli personalmente – un’altra sarebbe troppo per un misero sindacalista –  come ha già fatto e si apra un confronto che non vuol dire accondiscendere in toto alle richieste del sindacato!! 

1)      Lo sa egr. sindaco che la USB ha la sua rappresentanza aziendale sottoscritta dal suo manager – ed il suoi manager si convocano amici parenti e sindacalisti compiacenti?

2)      Lo sa egr. sindaco che vengono spesi soldi pubblici per consulenze e manager – senza nessuna verifica all’interno di professionali corrispondenti?

3)      Lo sa egr. sindaco che sono state fatte avanzamenti di carriera anche con doppi e tripli salti di parametri senza alcun criterio ed avallati dai suoi manager senza alcun piano aziendale ne tanto meno benefici per il trasporto pubblico?

4)      Lo sa egr. sindaco che ogni giorno personale amico e parente viene  richiamati in posti amministrativi magari con la speranza volutamente di qualche ricorso per mansioni superiori e produciamo altri scavalcamenti in carriera?

5)      Lo sa egr. sindaco che lei è il responsabile e garante nei luoghi di lavoro della amc ed i lavoratori sono massacrati da turni e chilometraggi giornalieri  inaccettabili, con sedili saldati senza aria condizionata o riscaldata per l’utenza? 7,15 ore per 170 km in una città come Catanzaro vuol dire non avere rispetto delle proprie risorse umane??

6)      Lo sa egr. sindaco che i lavoratori spendono soldi di tasca propria perché nei capo linea i servizi igienici sono inesistenti e quelli esistenti inaccessibili ?

7)      Lo sa egr. sindaco che gli ausiliari del traffico sono buttati in mezzo al traffico sotto le intemperie con abbigliamenti “cinesizzati” senza alcun DPI ( dispositivi di protezione individuali ) e soprattutto senza alcuna tutela come lavoratori usuranti visto i veleni ed il piombo che assorbono??

8)      Lo sa egr. sindaco che ai lavoratori iscritti alla USB viene giornalmente perpetrato il “bossing” .. con lettere e convocazioni intimidatorie, e soprattutto vengono costruite discipline false per annientarli ? da veri datori di lavoro!!! E che CHIAMANO i giornalisti per sapere se i nostri dirigenti sindacali hanno espresso le loro opinioni durante l’orario di lavoro !!! non comment

9)       Lo sa egr. sindaco a che ne dicano i suoi manager ogni giorno si distribuisce straordinario per soli amici e parenti ed in alcuni casi inventando la necessità di straordinario per sindacalisti?

10)  Lo sa egr. sindaco che si discute di un contratto di secondo livello ed ai lavoratori tentano di vendere tessere circensi e benefit che nessuno ha chiesto  al posto di incentivi??

 

Ci scusiamo per il poco spazio – abbiamo altro – che possediamo nel comunicato, non ci permettiamo nemmeno di ricordarle il ruolo rivestito dal sindacato che contempla  l’intervento del diritto di critica, rientrante nell’alveo dell’art. 51 c. p. legittimo esercizio del diritto di critica sindacale, sarebbe un discorso di alto profilo intellettuale a cui ci rinunciamo.  ASPETTIAMO sig. sindaco“. Lo ha scritto in una nota stampa l’USB lavoro privato – provincia di Catanzaro.