Catanzaro, Federazione italiana imprese balneari: “milioni di euro di danni per le imprese turistiche dopo le mareggiate”

Catanzaro, Federazione italiana imprese balneari: “milioni di euro di danni per le imprese turistiche dopo le mareggiate”

mareggiata-praia-a-mare-tortora-maratea-21-marzo-2018-13-560x420“Da una prima stima ammontano ad alcuni milioni di euro i danni causati alle imprese turistiche e commerciali, lungo tutta la costa tirrenica cosentina e catanzarese, dalle mareggiate di queste ultime 24 ore. Nella sola giornata del 21 Marzo u.s., come benvenuto alla Primavera, si sono registrate sulla costa tirrenica della Calabria una serie di fortissime mareggiate, sostenute da venti di eccezionale intensità, che hanno procurato gravi forme di erosione, in aree demaniali già altamente compromesse, generando notevoli danni sia al sistema delle infrastrutture pubbliche di servizio che alla imprese turistiche e commerciali. I danni subiti, oltre che ingenti, sono preoccupanti in prospettiva dell’imminente stagione estiva: in taluni casi, in una corretta visione di destagionalizzare i servizi turistici sulla costa, molte imprese balneari erano già pronte per le prossime Sante Festività Pasquali. Comunque, nella gran parte dei casi, erano stati avviati i lavori di ordinaria manutenzione per svolgere l’attività con la prossima stagione balneare, che risulta ad oggi a forte rischio. Da subito la nostra organizzazione, attraverso i propri Presidenti Provinciali della Federazione Italiana Balneari (FIBA), Francesco Imbroisi su Cosenza e Anna De Fazio su Catanzaro, si è attivata per una ricognizione più dettagliata dei danni subiti.

Al danno causato dalla natura, la Confesercenti si augura di non assistere a possibili beffe procurate dalle Istituzioni tutte. A tal proposito ci auguriamo che la macchina burocratica amministrativa non arrechi ulteriori danni, per la prossima fase di riorganizzazione delle attività lungo la costa. Pertanto chiediamo:
 Ai Comuni costieri di adoperarsi per facilitare, anche con provvedimenti straordinari ed urgenti, la messa in sicurezza e ricostruzione delle opere pubbliche di servizio alla fruizione della costa, ovvero facilitare le operazioni di ripristino delle strutture, ampiamente compromesse, alle imprese turistiche e commerciali.
 Alla Regione Calabria la previsione di Contributi finanziari per eventi calamitosi, per come già avvenuto in passato, a seguito delle mareggiate del Dicembre 2008 e Gennaio 2009″. Lo scrive in una nota stampa la Federazione italiana imprese balneari.