Cantieri di servizio, la Regione finanzia 70 milioni di euro: e il Comune di Messina che fa?

Messina, Gioveni:  “l’Amministrazione non si faccia scappare nuovamente questa preziosa opportunità ”                 

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

“L’annosa vicenda del mancato avvio dei cantieri di servizio nella nostra città ha purtroppo rappresentato il più classico “specchietto per le allodole” per centinaia di nostri concittadini disoccupati, visto che 800 dei quali che si erano utilmente collocati 4 anni fa in delle graduatorie, non hanno mai potuto godere di una buona boccata d’ossigeno in un periodo di forte crisi occupazionale!” È il commento del consigliere Libero Gioveni in un’interrogazione rivolta al sindaco e all’assessore Santisi alla luce del nuovo finanziamento da 70mila euro disponibile dalla Regione. “Come annunciato dall’assessorato regionale al lavoro il 6 marzo scorso-  ricorda il consigliere– la Regione Sicilia metterà a disposizione nuovi finanziamenti, nella misura complessiva di 70 milioni di euro (50 per i Cantieri di lavoro e 20 per i cantieri di servizi) destinati rispettivamente ai Comuni con una popolazione fino a 150 mila abitanti e a quelli per i quali non si è provveduto ad emettere i decreti attuativi o per i quali si è provveduto parzialmente al finanziamento nel 2014 per mancanza di copertura (e Messina rientra tra questi!!!). L’assessore regionale Mariella Ippolitoricorda Gioveni-  aveva invitato i sindaci a far pervenire la domanda di manifestazione d’interesse entro il 15 marzo al Dipartimento del Lavoro della Regione Siciliana, secondo le modalità già inviate ai Comuni con un apposito comunicato. Le somme assegnate- aggiunge– saranno poi specificate in un apposito decreto, mentre con un avviso saranno impartite le istruzioni per la redazione e la presentazione dei progetti esecutivi; le graduatorie dei beneficiari saranno stilate successivamente dai Centri per l’impiego e dai Comuni rispettivamente per i cantieri di lavoro e per i cantieri di servizio. Pertanto, consapevole “del fatto che l’ Amministrazione non può farsi scappare nuovamente questa preziosa opportunità per i nostri tantissimi cittadini disoccupati“, il consigliere chiede di conoscere se l’Amministrazione “abbia preso atto dell’importantissima comunicazione pervenuta dall’assessorato regionale al lavoro e relativa a questa nuova opportunità occupazionale e  sia stata presentata domanda di manifestazione di interesse per attingere a questi nuovi finanziamenti volti all’avvio dei cantieri“.