Belluno: canna fumaria in fiamme, intossicate donna e bambina di 18 mesi

Belluno, 23 mar. (AdnKronos) – La notte scorsa, i vigili del fuoco sono intervenuti via Tempietto a Mel (Belluno), per la presenza di forte odore acre: individuata l’origine in un camino mal funzionante, durante le misurazioni nell’appartamento, si accorgono della presenza di monossido: ricoverate in ospedale una donna 47 enne e una bambina di 18 mesi, rimaste intossicate.
è successo intorno alle 1.30, quando i pompieri chiamati da carabinieri della locale stazione per la percezione di un forte odore che poteva far pensare a gas, si sono accorti che un camino di una casa fumava in maniera anomala. Hanno controllato il piano terra dove era installata una stufa a legna quasi spenta, ma il cui camino era interessato da un incendio della canna fumaria. Al controllo del primo piano dove non vi era nessuna stufa, lo strumento rilevatore di gas, ha segnalato la presenza di monossido di carbonio, probabilmente filtrato da un rosone d’ispezione.
Immediato la richiesta di soccorso al suem 118, intervenuti sul posto con un’ambulanza per portare via gli occupanti dell’alloggio: una donna con una bambina portate in ospedale a Feltre, dove sono state ricoverate in osservazione. L’incendio della canna fumaria, spento dalla squadra, ha inoltre danneggiato l’impianto elettrico dell’abitazione. L’appartamento è al momento inagibile, fino ai lavori di ripristino dello scarico dei fumi da parte di un tecnico qualificato. Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco sono terminate all’alba.

Adnkronos