Banche: Sabatini, portale aiuta smaltimento npl, ora rifinanziare le Gacs

Milano, 24 mar. (AdnKronos) – “Informazioni corrette, dati puntuali sui singoli crediti o sullo stato del processo di recupero” che possono “velocizzare” i tempi di recupero delle garanzie e quindi dello smaltimento delle sofferenze immobiliari ancora in pancia alle banche, migliorando anche i prezzi di recupero. Per Giovanni Sabatini, direttore generale dell’Abi, l’attivazione del portale del Registro delle Procedure è un altro strumento, dopo il patto marciano, che può facilitare il sistema bancario italiano a liberarsi dal peso degli npl. Si tratta, spiega all’Adnkronos, di un “database all’avanguardia a livello europeo, che può contribuire ad avvicinare i tempi della giustizia civile italiana alla media europea”.
Concretamente, questo può avvenire per l’ingente mole di dati che saranno presto disponibili per banche e pubblico, considerato che “le stesse banche possono alimentare il registro”. Da una parte, il portale “consente agli istituti di avere informazioni tempestive e accurate sullo stato delle procedure in corso nei vari tribunali di Italia”.
Dall’altra parte, il pubblico potrà ottenere notizie delle procedure di tutti i tribunali d’Italia, e “migliorare così la promozione, la partecipazione alle aste e rendendo mercato più trasparente e più ampio”, con un effetto sui prezzi. Il problema delle aste è che spesso vanno a vuoto anche per quattro, cinque volte di seguito, abbassando il prezzo di realizzo del bene e allungandone i tempi di recupero.

Adnkronos