L’Accademia della Scherma Reggio Calabria A.s.d. raggiunge la settima posizione nazionale

scherma

Traguardo storico per la scherma reggina e calabrese.  L’Accademia della Scherma Reggio Calabria A.s.d. raggiunge la settima posizione nazionale

schermaCiò che fino a poco tempo fa sembrava una barriera insormontabile è divenuto realtà. L’Accademia della Scherma Reggio Calabria A.s.d. continua a fare passi da gigante e lancia la sfida alle prime posizioni nazionali. Dopo le conferme nel fioretto femminile a squadre con l’ottava posizione nazionale nella categoria bambine/giovanissime a Roma, arriva uno strameritato settimo posto nella gara nazionale di spada femminile individuale, con Mariachiara Pellicanò, al Gran Prix Kinder+Sport Under 14 di Caserta, tenutosi al Tulip Hotel il 17 e 18 marzo. La giovane atleta classe 2007, seguita dall’Istruttore Nazionale Claudio Mario Romeo, è stata protagonista di una gara attenta e determinata. Nona in classifica dopo i gironi, supera prima Passera Matilde, dell’Associazione Scherma Pro Vercelli, col punteggio di 10 a 5, e poi Marchi Lavinia, della Propatria 1883 Milano, col punteggio di 10 a 7. Accede quindi agli ottavi di finale dove incontra Saporita Emily del Club Scherma Roma. Dopo essere stata in vantaggio per la maggior parte del match, la biancazzurra Mariachiara si fa raggiungere dall’avversaria e dopo qualche colpo doppio si arriva al 9 – 9 allo scadere dei tre minuti: ultima stoccata decisiva. La priorità, che concede a chi l’acquisisce di vincere il match qualora il punteggio rimanga in parità alla fine del minuto supplementare, va alla romana. Ciò nonostante, l’atleta reggina inizia a pressare l’avversaria con determinazione e prepara bene l’attacco finale che, sfortunatamente, esce di un soffio dal bersaglio e concede alla Saporita una stoccata d’arresto che in almeno altre tre occasioni del match era finita in colpo doppio. La gara termina quindi al settimo posto, con la consapevolezza che si sarebbe potuto lottare per le primissime posizioni.

Ma il risultato è comunque storico. Soprattutto se si pensa che si sono affrontati atleti che, senza dubbio alcuno, hanno molte più possibilità di confronto ad alti livelli. Tutto ciò indica che, tra tante difficoltà (soprattutto riguardo ai luoghi di gara spesso difficilmente raggiungibili dalla Calabria), si sta lavorando bene e sempre per il meglio. E a migliorarsi, infatti, sono tutti gli atleti dell’Accademia, che passo dopo passo mantengono il loro personale trend positivo. Nella categoria giovanissimi ottimo il risultato di Lorenzo Cordova, alla sua prima partecipazione ad una gara nazionale di spada, che guadagna la 29a posizione su 145 passando agevolmente le prime due dirette e fermandosi contro Ferraioli Pietro che si piazzerà poi al quinto posto. Nella categoria maschietti Luca Ielo, anche lui alla prima gara nazionale, raggiunge la 62a posizione su 133 partecipanti, eliminato con sole due stoccate di differenza, 10 – 8, nella diretta che gli avrebbe permesso di entrare nel tabellone dei 32. Nella categoria allievi Demetrio Pellicanò raggiunge la posizione 104 e Nicola Morante la 120 su 165 partecipanti. Entrambi passano agevolmente la prima diretta ed escono rispettivamente contro Bonelli Tommaso della Pettorelli Piacenza, che si classificherà settimo, e contro Ceroni Joseph del Cus Siena, che terminerà la gara al 17o posto.  Le allieve Asia Pellicanò e Giulia Simone raggiungono rispettivamente la posizione 78 e 105 su 126. Nella categoria ragazze Nicoletta Costantino e Ilaria Nucera raggiungono rispettivamente la posizione 53 e 93 su 102.

“Quando vince uno di noi vinciamo tutti”, dichiara l’Istruttore Nazionale e Vice-presidente dell’Accademia, “se abbiamo raggiunto questo risultato il merito è di tutti, di chi ha partecipato a questa gara, migliorando un passo alla volta, e anche di chi non ha partecipato. Vuol dire che ci stiamo allenando bene, che quello che facciamo è di buon livello, e che, soprattutto, possiamo andare oltre e puntare a traguardi importanti”. Anche il presidente ed Istruttore Nazionale dell’Associazione Vincenzo Cordova esprime la propria soddisfazione “non solo per i risultati oggettivi raggiunti negli ultimi tempi, ma per i continui miglioramenti di tutti i ragazzi, per le loro vittorie soggettive, intese come superamento dei propri limiti e quindi come crescita personale”. E mentre gli elogi giungono da parte di maestri di varie parti d’Italia, l’Accademia della Scherma, che svolge le attività sportive in centro città in Via Veneto 60, continua il cammino verso il campionato italiano under 14, che si terrà dal 16 al 22 maggio a Riccione, affrontando la seconda prova nazionale Kinder+Sport di fioretto maschile e femminile ad Assisi sabato 24 e domenica 25 marzo.