Villa San Giovanni: inizia la campagna elettorale per il Pd

Villa San Giovanni: presso la nuova sede del Partito Democratico villese si è svolto un incontro del quadro attivo e della classe dirigente dei democratici presieduta dal coordinatore provinciale Giovanni Puccio

scrutatori elezioniMercoledì sette febbraio, presso la nuova sede del Partito Democratico villese, sita sulla Via Nazionale accanto alla Casa Comunale, si è svolto un incontro del quadro attivo e della classe dirigente dei democratici presieduta dal coordinatore provinciale Giovanni Puccio. L’incontro ha significato l’inizio della campagna elettorale dei riformisti di Villa dopo la chiusura del tesseramento che ha mobilitato la partecipazione dei militanti più impegnati nella vita di partito. Le prossime elezioni politiche di Marzo, dunque, sono state l’oggetto principale dell’intenso dibattito sollecitato da Giovanni Puccio, il quale ha concentrato il suo intervento lungo la direttrice del voto al PD come unico argine ai diversi populismi in campo e come unica speranza di buon governo che possa davvero tutelare le nuove generazioni dal ritorno in campo di politiche inefficaci quanto irresponsabili e di valori escludenti sconfitti dalla storia. La società va capita, studiata e governata politicamente attraverso le competenze, i progetti di cambiamento e di progresso – ha affermato Puccio – e non ci si può limitare demagogicamente ad aderire per meri calcoli di consenso a rigurgiti irrazionali e pericolosi, nemici della democrazia fondata sullo stato di diritto. In tal senso, tutti i democratici villesi nei loro puntuali interventi hanno sottolineato come in questa fase storica il voto al Partito Democratico significhi innanzitutto prendere parte per i valori costituzionali, per il governo sensato del territorio, per coniugare sicurezza e diritti dei cittadini senza cedere a facili quanto irrealizzabili promesse e a pericolose semplificazioni. Si apre dunque anche a Villa una intensa campagna elettorale che vedrà impegnato il circolo cittadino – oltre che nell’organizzazione di incontri pubblici con i candidati – in una serie di iniziative che hanno lo scopo primario di informare i cittadini, con l’ausilio di esperti del settore, sui tanti istituti socialmente sensibili realizzati in questa legislatura sotto la spinta propulsiva del Partito Democratico: dal reddito di inclusione, ai bonus per le famiglie e per le assunzioni, al piano per il Sud, all’istituzione delle Zes, all’anticipazione pensionistica per i lavori usuranti.