fbpx

**Verso il 4 marzo: l’astensione disgiunta dal voto**

Roma, 22 feb. (AdnKronos) – L’astensione disgiunta dal voto. Se non sarà possibile votare per un candidato all’uninominale e per un partito diverso da quelli che lo sostengono al proporzionale, l’elettore potrà invece legittimamente ritirare la scheda per una elezione e rifiutarla per un’altra. In altri termini potrà scegliere di votare per la Camera e astenersi per il Senato e viceversa o magari votare per il Parlamento nazionale o per un ramo di esso senza partecipare alle elezioni regionali laddove sono previste e viceversa.

Adnkronos